Provincia di Roma, sono 500 le aree con internet senza fili gratis

Hot spot a quota 500: la Provincia di Roma realizza così in due anni uno degli  impegni assunti all’inizio del mandato: permettere a tutti di navigare in internet senza fili gratis. Il circolo sportivo “Villa De Sanctis”, in zona Casilina, è la struttura dove è stato raggiunto il traguardo. Ad inaugurare l’area wi-fi il presidente […]

Hot spot a quota 500: la Provincia di Roma realizza così in due anni uno degli  impegni assunti all’inizio del mandato: permettere a tutti di navigare in internet senza fili gratis. Il circolo sportivo “Villa De Sanctis”, in zona Casilina, è la struttura dove è stato raggiunto il traguardo.
Ad inaugurare l’area wi-fi il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. “Oggi per noi è un po’ una festa – ha detto Zingaretti – Avevamo promesso di creare la più grande rete per l’accesso gratuito ad Internet: per numero di abitanti coinvolti, circa quattro milioni di persone, per superficie del territorio (5mila chilometri quadrati) e per Comuni interessati (121). L’inaugurazione del 500esimo hot-spot ci dice che la battaglia è a buon punto e che stiamo mantenendo le promesse”.
Dei 500 hot-spot, 349 si trovano a Roma e i restanti 151 in Provincia, con 55mila iscritti al servizio. Moltissimi i luoghi straordinari e suggestivi Della Capitale raggiunti dal progetto: Pantheon, Largo Argentina, Campo de’ Fiori, piazza del Popolo, il Foro Traiano, Fontana di Trevi, il Teatro Marcello,
piazza di Spagna, la Bocca della Verità e tanti altri ancora. Ma anche ospedali – come il Policlinico Umberto I, l’Istituto Regina Elena e il San Gallicano – e diversi esercizi pubblici.
‘Provincia Wi-Fi’ guarda dunque al territorio ma anche oltre. Per questo è nata ‘Free Italia Wi-Fi’, la Federazione nazionale delle reti Wi-Fi pubbliche a cui hanno già aderito la Regione Sardegna e il Comune di Venezia. Interesse è stato inoltre manifestato dalle Province di Torino, Firenze, Potenza, Pesaro e Prato. Una scelta che punta all’innovazione come elemento fondamentale per la crescita dell’Italia.