Roma, dal 5 luglio “Porta Futuro” per l’occupazione giovanile

Si chiama “Porta Futuro” e aiuterà i giovani romani a trovare lavoro più velocemente, indirizzandoli attraverso le attività più adatte in base ai propri talenti, competenze e interessi. La presentazione di Porta Futuro si terrà martedì 5 luglio, a partire dalle 11:30, a Testaccio (piazza Orazio Giustinani). Ề il primo polo tecnologico in Italia di […]

Si chiama “Porta Futuro” e aiuterà i giovani romani a trovare lavoro più velocemente, indirizzandoli attraverso le attività più adatte in base ai propri talenti, competenze e interessi.
La presentazione di Porta Futuro si terrà martedì 5 luglio, a partire dalle 11:30, a Testaccio (piazza Orazio Giustinani).
Ề il primo polo tecnologico in Italia di questo tipo: un centro di 1800 metri quadrati, che offre opportunità e servizi innovativi a persone e imprese che si muovono nel mercato del lavoro, investendo così sulla creatività dei giovani e sull’innovazione come motori di sviluppo del territorio.
Sia i ragazzi romani alla ricerca del primo lavoro, sia i meno giovani bisognosi di un nuovo impiego, all’interno di “Porta Futuro”, potranno utilizzare una biblioteca multimediale, partecipare a corsi di formazione, ma soprattutto usufruire di un innovativo programma, già testato nel corrispettivo catalano di Porta 22: un software capace di indicare l’occupazione più adatta in base a talenti, interessi e competenze.
Tutti i servizi disponibili saranno totalmente gratuiti.
Accoglienza personalizzata, orari dinamici e prolungati, eventi serali, orientamento e formazione mirata, ricerca di lavoro, business plan e analisi statistiche di medio e lungo termine: tutto questo nel più importante luogo di formazione e lavoro che esiste in Italia.