Berlusconi, Monti fino al 2013. Non mi ricandiderò

Silvio Berlusconi in un’intervista al Corriere della Sera afferma che il “Governo Monti e’ composto da tecnici di elevata competenza. Questo non significa che avranno carta bianca su tutto”. Il cavaliere ha continuato, “Monti deve arrivare al 2013 purchè non faccia la patrimoniale”. Silvio Berlusconi sottolinea, “Monti ha fatto intendere che portera’ la tassazione degli […]

Silvio Berlusconi in un’intervista al Corriere della Sera afferma che il “Governo Monti e’ composto da tecnici di elevata competenza. Questo non significa che avranno carta bianca su tutto”. Il cavaliere ha continuato, “Monti deve arrivare al 2013 purchè non faccia la patrimoniale”.

Silvio Berlusconi sottolinea, “Monti ha fatto intendere che portera’ la tassazione degli immobili in linea con la media europea, mentre ora e’ al di sotto. E’ possibile che questo comporti l’introduzione di un’imposta simile all’Ici, da noi gia’ prevista con il federalismo”.
Sul tema elettorale, l’ex premier è chiaro, “abbiamo chiesto a Monti e a tutti i suoi ministri di impegnarsi a non presentarsi alle prossime elezioni e Monti mi ha risposto di si. Alla presenza del capo dello Stato.

Sul futuro di Berlusconi ha assicurato che il candidato del Pdl sara’ scelto con le primarie, “Ho la ragionevole convinzione che a vincere le primarie all’interno del Pdl sarà Alfano, che ha tutte le qualità per diventare un ottimo premier”.
Tremonti? “I rapporti sono “buoni sul piano personale. Sul piano della politica economica abbiamo due visioni diverse”.

Nella lunga intervista di Berlusconi al Corriere della Sera parla anche dei rapporti con Lavitola e Tarantini. “Io non ho fatto niente di male. Tarantini veniva a cena da me. Aveva con se’ belle ragazze ma io non sapevo che venissero pagate, credevo che lui fosse un play-boy, arrivava con la Arcuri…”. E su Lavitola: “Non sapevo si inventasse un sacco di cose”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.