Tensione alta in Egitto, due morti e 700 feriti

Continua la protesta in piazza Tahrir tra la polizia antisommossa e manifestanti di varie tendenze. Secondo un giornalista della France Presse, anche questa mattina si sono verificati scontri sporadici attorno al ministero dell’Interno. Nella notte tra sabato e domenica, nei duri scontri che hanno opposto polizia e manifestanti, ci sono stati almeno due morti (il […]

Continua la protesta in piazza Tahrir tra la polizia antisommossa e manifestanti di varie tendenze. Secondo un giornalista della France Presse, anche questa mattina si sono verificati scontri sporadici attorno al ministero dell’Interno.

Nella notte tra sabato e domenica, nei duri scontri che hanno opposto polizia e manifestanti, ci sono stati almeno due morti (il primo al Cairo, il secondo ad Alessandria), e centinaia di feriti, alcuni dei quali versano in gravi condizioni.
Le vittime sono due ragazzi giovanissimi, Ahmed Mahmoud, 23 anni, colpito da una pallottola al petto e Baha Eddin Mohamed Hussein, 25 anni, colpito anche lui da alcuni proiettili di gomma. Tra i feriti anche un 16enne, Chadi Ali.

Gli agenti hanno lanciato gas lacrimogeni contro decine di persone che hanno eretto barricate vicino al ministero dell’Interno. Nelle moschee nei pressi di piazza Tahrir sono stati improvvisati ospedali. I manifestanti in piazza hanno messo in mostra uno slogan contro la giunta militare guidata dal generale Tantawi, chiedendo che lasci il potere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.