L’Aquila Ovale: presentazione del match internazionale Italia Emergenti – England Student

Questa mattina, presso la sala consigliare Ance, è avvenuta la presentazione agli organi di stampa e alla città del comitato L’Aquila Ovale: un campo per un futuro. Con il patrocinio del Comune e la forza congiunta di diverse realtà cittadine (dall’Aquila Rugby 1936 a Forza L’Aquila, dal Comitato Regionale Abruzzese Fir alla Old L’Aquila Rugby, […]

Questa mattina, presso la sala consigliare Ance, è avvenuta la presentazione agli organi di stampa e alla città del comitato L’Aquila Ovale: un campo per un futuro. Con il patrocinio del Comune e la forza congiunta di diverse realtà cittadine (dall’Aquila Rugby 1936 a Forza L’Aquila, dal Comitato Regionale Abruzzese Fir alla Old L’Aquila Rugby, passando per singoli appassionati della palla ovale e il Comune stesso), il comitato, senza scopo di lucro, nasce col fine di promuovere la ripresa dell’attività sportiva nella città dell’Aquila e, con essa, la diffusione e la valorizzazione della cultura sportiva e del fair play. In particolare, il comitato avrà l’onore di organizzare il match internazionale di rugby Italia Emergenti – England Students, in programma il 18 marzo allo stadio Tommaso Fattori dell’Aquila. Il ricavato della partita e degli appuntamenti collaterali che faranno del match un vero e proprio evento, saranno totalmente devoluti per la costruzione di un campo da rugby in sintetico nella zona di Piazza d’Armi, sommandosi a quanto già raccolto dall’associazione Forza L’Aquila.
Entusiasti dell’iniziativa gli stessi promotori ad iniziare dal presidente del comitato Roberto Marotta: “Pur provenendo da un altro sport sono stato ben lieto di presiedere questo comitato perché credo che il rugby sia un’essenza di vita della nostra città. L’iniziativa presentata oggi ha una duplice importanza: da un lato la partita internazionale, una vera e propria festa per L’Aquila, dall’altro una dimostrazione concreta che gli aquilani vogliono darsi da fare in prima persona per contribuire alla rinascita della città. Auspico quindi una partecipazione corale da parte dei cittadini perché credo che tutti, ciascuno secondo le proprie possibilità, possa dare il proprio contributo alla riuscita di questa iniziativa”.
Presente alla conferenza stampa il direttore generale dell’Aquila Rugby 1936, Massimiliano Placidi, che ha sottolineato come di fronte ad una iniziativa tanto nobile la società nero verde non poteva tirarsi indietro: “conosciamo bene, sulla nostra pelle, la carenza di strutture per lo sport qui a L’Aquila. È un onore poter partecipare insieme alla Old L’Aquila Rugby e all’associazione Forza L’Aquila; auspico la presenza e l’intervento di un gran numero di appassionati per un match internazionale che, dopo anni, torna finalmente al Fattori”. Sotto l’occhio di Rai Sport, andrà in scena al Fattori un match sicuramente entusiasmante, come ha spiegato il vice presidente di L’Aquila Ovale, l’ex azzurro e nero verde, Carlo Caione: “il livello in campo sarà molto alto: da una parte la formazione azzurra, precedentemente denominata Nazionale A, che vede insieme giovani promettenti e giocatori che hanno già avuto l’onore di vestire la maglia della Nazionale maggiore; dall’altra gli England Students, la terza nazionale inglese; in entrambe le formazioni figurano atleti che parteciperanno al prossimo mondiale. Inoltre, stiamo lavorando sodo affinché all’esterno del Fattori si viva una festa per tutti, giovani, famiglie, anziani, un vero momento di aggregazione”. Tante le iniziative collaterali prima e dopo la partita, (verranno presentate in questi giorni attraverso i siti web www.laquilarugby1936.com, www.forzalaquila.com, e i profili face book e twitter di L’Aquila Ovale) che accompagneranno i tifosi fino al Terzo Tempo, la cena di gala delle squadre aperta anche alla città. Madrina dell’iniziativa la show girl Antonella Mosetti.
Nel Comitato anche l’ex tre quarti nero verde e azzurro Giancarlo Morelli: “da ex giocatore conosco bene le difficoltà legate all’assenza di strutture adeguate ad ospitare giocatori, bambini, mamme e genitori. Faccio quindi un appello a tutti coloro che, anche con un piccolo gesto, possono contribuire a portare avanti questo progetto”.
Importanti i nomi che si incontrano nel Comitato d’onore: Massimo Mascioletti, Giancarlo Dondi, Luigi Troiani, Andrea Fusco e Angelo Trombetta, presidente del CRA della Fir, che questa mattina ha accolto entusiasta l’iniziativa dando piena e completa disponibilità da parte del Comitato Regionale Abruzzese: “ è un progetto importante che, mettendo insieme le forze di diverse realtà, mi auguro riesca a portare avanti una sola e forte Aquila, capace di vivere il rugby ad alti livelli”.
In chiusura l’in bocca al lupo di Massimo Mascioletti: “è un’iniziativa di valore, che risveglia il rugby a L’Aquila. Con lo sport la città può ricominciare a vivere proprio come ho fatto io” – ha dichiarato con un sorriso Mascioletti, bandiera del rugby cittadino.