Milan-Juve, pareggio e polemiche

La sfida scudetto a San Siro fra Milan e Juventus è finita 1-1 avvelenata da un arbitraggio pietoso del guardalinee Romagnoli e di Tagliavento. Al 15′ minuto, Nocerino porta in vantaggio il Milan grazie a un errore della difesa juventina. Al 24′ del primo tempo, Muntari colpisce di testa e Buffon respinge la palla nettamente […]

La sfida scudetto a San Siro fra Milan e Juventus è finita 1-1 avvelenata da un arbitraggio pietoso del guardalinee Romagnoli e di Tagliavento. Al 15′ minuto, Nocerino porta in vantaggio il Milan grazie a un errore della difesa juventina. Al 24′ del primo tempo, Muntari colpisce di testa e Buffon respinge la palla nettamente oltre la linea, il guardalinee Romagnoli non segnala il gol e fa proseguire l’azione.
Tensione nell’intervallo fra l’ad rossonero Adriano Galiliani, i dirigenti e l’allenatore juventino Antonio Conte. Sono volate accuse pesanti e paroli groose. Galliani ha attaccato, “ora provate a lamentarvi” e Conte, secondo quanto si apprende ha risposto, “senti da che pulpito, qui c’è la mafia”.
Nel secondo tempo gli errori arbitrali non cessano, a Matri viene annullato un gol per fuorigioco inesistente. Dopo pochi minuti, la Juventus pareggia con Matri.

Silvio Berlusconi ha commentato il gol non dato a Muntari, “su certe decisioni arbitrali, in particolare, nelle partite importanti sarebbe opportuno che l’arbitro potesse avere un riscontro dalle registrazioni televisive – ha detto Berlusconi – Io sono da sempre un grande sostenitore della svolta tecnologica, penso che sarebbe meglio per tutti se una volta per tutta si prendesse atto di questo e si procedesse a una svolta”.

Gigi Buffon, su Sky Sport ha liquidato con questa battuta la domanda sul gol fantasma, “Non me ne sono reso conto e sono onesto nel dire che se me ne fossi reso conto non avrei dato una mano all’arbitro”. “Aver preso un punto e proseguire nella striscia di imbattibilità – ha continuato Buffon – ci fa piacere in una serata particolare in cui giocavamo contro la squadra più titolata per vincere lo scudetto e che per 65′ ci ha messi alle corde”