Per Sanremo si scaldano i motori

Tutti si chiedono come sarà il Sanremo 2013, con la coppia collaudata (ma alquanto insolita per il Festival) Fazio-Litizzetto, l’esclusione di big come Paoli, la Vanoni e Albano e la musica (si è detto e scritto diffusamente) in primo piano. Secondo Gianni Poglio di Panorama, il cast dei big e la scelta del direttore artistico, […]

Tutti si chiedono come sarà il Sanremo 2013, con la coppia collaudata (ma alquanto insolita per il Festival) Fazio-Litizzetto, l’esclusione di big come Paoli, la Vanoni e Albano e la musica (si è detto e scritto diffusamente) in primo piano.
Secondo Gianni Poglio di Panorama, il cast dei big e la scelta del direttore artistico, Mauro Pagani, fanno sì che il Festival di Sanremo 2013 sarà fra i migliori, con almeno cinque performance di grande interesse: Elio e le Storie Tese, Chiara, gli Almanegretta, Raphael Gualazzi e la nostra (cioè l’aquilana) Simona Molinari , in duo col genietto del jazz americano Peter Cincotti, a proporre, insieme Dr. Jekyll e Mr. Hide, uno swing inedito del grande Lelio Luttazzi e La felicità, pezzo che richiama il sound di Renato Carosone.
Altro nome da seguire quello della tosta Maria Nazionale (cantate ed attrice, con presenza in coppia con Nino D’Angelo al Festival nel 2010 ed una nomination al Davide di Donatello l’anno prima), che svarierà dal neomelodico al classico napoletano, rigorosa fra un Gragnaniello e i Servillo/Mesolella degli Avion Travel.
E’ proprio lei l’artista più chiacchierata della 63esima edizione del Festival della Canzone Italiana, che aveva esordito già negli anni ottanta al Festival Bar, che ha pubblicato sin’ora 13 dischi e quanto a presenza scenica ne ha da vendere: la si veda in “Gomorra” di Matteo Garrone.
Naturalmente il nostro cuore palpita per Simona Milinari, napoletana di nascita ma aquilana d’adozione, che 2008 si aggiudicò la vittoria del concorso Sanremolab, ottenendo la partecipazione al Festival de l’anno dopo, cantando in coppia con Ornella Vanoni, con cui ha poi registrato, l’anno dopo, il singolo “Amore a prima vista”.
Nel 2007 è fra gli interpreti del musical Jekyll & Hyde, con Giò Di Tonno, dove stupisce il pubblico per il modo in cui canta ed interpreta il ruolo di Mary Reilly, emozionando tutti con la sua voce capace di raccontare una bizzarra storia d’amore fra un uomo troppo sapiente e una ragazza ingenua, vulnerata nell’infanzia dalle vessazioni di un padre ubriacone, vissuta in misto di attrazione-repulsione per i mali del mondo.
Tornando al Festival, sempre secondo Panorama, Fabio Fazio sarebbe anche intenzionato a far sborsare alla Rai 500mila euro per avere come super ospite il calciatore inglese, David Beckham, ma vi è stata una immediata la smentita del direttore di Raiuno, Giancarlo Leone, attraverso il proprio account Twitter.
Quanto a TV Sorrisi e Canzoni, che in questi casi vale quanto Nature per il campo scientifico, scrive che sarebbero state avviate trattative per ingaggiare la popstar Rihanna e l’attrice Gwyneth Paltrow (che potrebbe essere accompagna dal marito Chris Martin, leader dei Coldplay) e conferma la presenza di tre bellezze internazionali: Laetitia Casta (la prima sera), Bar Refaeli (la seconda) e Bianca Balti (nella finale di sabato).
La conferenza stampa è prevista per oggi e sapremo se ha ragione Gente e vi sarà Richard Gere, guest star della serata finale, dopo il rifiuto di Jovanotti e di Penelope Cruz, che Fazio aveva provato ad incastrare a “Che tempo che fa”, strappandogli una mezza promessa.
Data per certa la presidenza della giuria al maestro Nicola Piovani, con presenza, fra i giurati (secondo Repubblica) dello scrittore Paolo Giordano e della pianista Rita Marcotulli.
E mentre il Giornale auspica l’arrivo di Pippo Baudo (già conduttore della kermesse per tredici volte) in qualità di premiatore, Il Secolo XIX, ci dice che i cantanti in gara saranno introdotti (e/o premiati) da ospiti speciali rigorosamente made in Italy.
E, ancora, che a differenza di Gianni Morandi, Fazio non presterà il suo volto alle telepromozioni, che con ogni probabilità saranno introdotte da Luca e Paolo, volti della Fiat, tra gli sponsor del Festival.
Le ultime indiscrezioni, poi, vorrebbero Maurizio Crozza, reduce dal record di ascolti su La7, presente sul palco de L’Ariston, ma dovremo attendere la conferenza stampa delle 13 per sapere ciò che è falso e ciò che è vero.
Quello che è certo, per ora, è che sono pronte le ben 28 canzoni (due a testa) dei 14 Big del Sanremone preelettorale in diretta su Raiuno dal 12 al 16 febbraio, con al comando la coppia inossidabile Fazio-Littizzetto e (non si sa in che ruolo) due bellone: Bar Rafaeli ex fidanzata di Di Caprio e Bianca Balti; con Fazio che ha negato la presenza di Paul McCartney, mentre sono in forse i Muse, perché, ha spiegato il conduttore, “non vogliamo nomi troppo grandi in epoca di spending review”.

Carlo Di Stanislao