L’Aquila, il mondo del rugby piange Mariolò

Si è spento questo pomeriggio Mario Pacione, conosciuto da tutti i rugbysti aquilani come Mariolò. Dal 1981 ha svolto incarichi per L’Aquila Rugby, e il suo rapporto particolare con i giovani e giovanissimi rugbysti che hanno affollato gli impianti di Centi Colella nel corso degli anni è diventato leggenda: chiunque abbia mai inseguito una palla […]

Si è spento questo pomeriggio Mario Pacione, conosciuto da tutti i rugbysti aquilani come Mariolò. Dal 1981 ha svolto incarichi per L’Aquila Rugby, e il suo rapporto particolare con i giovani e giovanissimi rugbysti che hanno affollato gli impianti di Centi Colella nel corso degli anni è diventato leggenda: chiunque abbia mai inseguito una palla ovale sul fango di Centi Colella (e non solo) potrebbe raccontare una sua storia su di lui.
Nonostante il tumore, che lo ha colto nel 2011 e lo ha accompagnato fino alla sua scomparsa, ricordava con affetto gli appassionati della palla ovale: “Quando vedo la maglia neroverde mi emoziono sempre tantissimo. Conosco tutti questi ragazzi, da quando giocavano a Piazza D’Armi, all’Acquasanta. Ricordo sempre con affetto Rob Louw, mi faceva sempre tanti scherzi, ma era una persona davvero buona. Li ricordo tutti, e quando vengono e li rivedo mi fanno commuovere.”

Fabio Zenadocchio

Una replica a “L’Aquila, il mondo del rugby piange Mariolò”

  1. F Ascantini ha detto:

    Ciao Mariolò quanti ricordi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.