Vaticano: tra scandali e fine del mondo/video

Manca meno di una settimana al termine dell’attuale papato (video sulle dimissioni). IL 28 febbraio, alle ore 20:00, Benedetto XVI terminerà, per suo espresso volere, il suo incarico. Nell’immaginario collettivo un Papa che si dimette non è facilmente comprensibile. A L’Aquila il concetto si può capire meglio, visti i trascorsi dell’unico Papa non sepolto a […]

Manca meno di una settimana al termine dell’attuale papato (video sulle dimissioni). IL 28 febbraio, alle ore 20:00, Benedetto XVI terminerà, per suo espresso volere, il suo incarico. Nell’immaginario collettivo un Papa che si dimette non è facilmente comprensibile. A L’Aquila il concetto si può capire meglio, visti i trascorsi dell’unico Papa non sepolto a San Pietro, ma a Collemaggio: Celestino V. (qui le reazioni di religiosi e laici alle dimissioni del Papa)
Come si gestisce un Papa dimesso, e cosa succederà nei prossimi mesi è stato annunciato. Benedetto XVI sosterà, se così vogliamo dire, a Castelgandolfo per due mesi. La residenza estiva dei pontefici ospiterà il futuro ex pontifex, nick name del papa su twitter, prima del suo trasferimento al monastero Mater Ecclesiae, nella Santa Sede. Nel frattempo 116 Cardinali si chiuderanno in Conclave per eleggere un nuovo pontefice. Eleggibile con maggioranza dei 2/3 dei votanti. A proposito dei votanti: Il cardinale di Los Angeles, Mahony, è stato diffidato dalla comunità cattolica statunitense dal partecipare al Conclave, accusato di aver coperto numerosi casi di pedofilia. Stesso motivo per cui al Cardinale Sean Brady è stato chiesto di restare in Irlanda e di non presentarsi al Conclave, questo perché il settantatreenne irlandese ha dichiarato di aver coperto un prete pedofilo, lasciandolo addirittura nella sua comunità.
Tra i favoriti all’elezione Peter Turkson, ghanese, che in un’intervista alla Cnn avrebbe assimilato in qualche modo i pedofili agli omosessuali.I motivi delle dimissioni del Papa sono stati spiegati dallo stesso Ratzinger, sostanzialmente si riferiscono allo stato di salute del pontefice, sempre più precario, ma non mancano le ipotesi complottistiche, che ricamano su argomenti delicati di questo pontificato: da Vatileaks agli scandali dei preti pedofili, dalla gestione delle finanze vaticane attraverso lo Ior a presunte pressioni di associazioni omosessuali. Più affascinanti, o comiche, dipende dai punti di vista, le profezie apocalittiche in merito alle dimissioni del Papa. Nell’occhio del ciclone la profezia di Malachia, un elenco di 111 frasi in latino identificative dei pontefici, penultimo dei quali sarebbe Ratzinger. A sfatare la profezia erede di quella Maya il fatto che si tratterebbe di un falso di Alfonso Ceccarelli, redatto con lo scopo di influenzare il Conclave del 1590. Ad annunciare la fine del mondo potrebbe anche essere l’elezione di un Cardinale africano al soglio di Pietro, secondo la vulgata degli esoterici. In attesa della prossima bufala e del prossimo scandalo c’è tanto materiale su cui speculare.

Fabio Zenadocchio

guarda il video