Roma, No-Tav attaccano sede Pd

”Superata linea invalicabile, sono indignato e preoccupato”, queste le prime dichiarazioni del candidato alle primarie del Pd Gianni Cuperlo, in visita alla sezione di via dei Giubbonari  a Roma, oggetto di un tentato assalto da parte dei No Tav, con lancio di diversi petardi, tra polizia e i movimenti antagonisti, che hanno tentato di entrare nella […]

”Superata linea invalicabile, sono indignato e preoccupato”, queste le prime dichiarazioni del candidato alle primarie del Pd Gianni Cuperlo, in visita alla sezione di via dei Giubbonari  a Roma, oggetto di un tentato assalto da parte dei No Tav, con lancio di diversi petardi, tra polizia e i movimenti antagonisti, che hanno tentato di entrare nella sede, protestando contro il voto a favore della fiducia per il ministro Cancellieri. Circa 80 attivisti dei movimenti antagonisti hanno cercato di forzare un cordone delle forze dell’ordine in piazza delle Fratte, le quali hanno reagito con una carica di alleggerimento per disperderli. La situazione è poi tornata alla calma. La stretta via di S.Andrea delle Fratte, dove c’è la sede del Pd, è stata bloccata dai carabinieri nel momento del passaggio del corteo No Tav nelle vicinanze. Da un lato un blocco di carabinieri in tenuta antisommossa, all’altro capo della strada una camionetta per impedire il passaggio. Dai manifestanti sono stati lanciati petardi e fumogeni nei pressi dei carabinieri che stavano bloccando la strada. Tutti i portoni della sede del partito sono stati chiusi e attualmente una camionetta con un piccolo nucleo di carabinieri in assetto antisommossa blocca la strada dal lato di Largo del Nazareno.

Vedi intervista di Cuperlo su Tikotv