Brasile2014: Il Brasile approda ai quarti di finale, il Cile saluta i mondiali

Il Brasile approda ai quarti di finale dopo aver battuto in extremis ai calci di rigore un Cile che ha saputo fino all’ultimo tener testa ai verdeoro. Non sono bastati infatti i classici 90′ per decidere il risultato finale, ne tantomeno i tempi supplementari. Allo stadio Minerao di Belo Orizonte è stato un match più […]

brasileIl Brasile approda ai quarti di finale dopo aver battuto in extremis ai calci di rigore un Cile che ha saputo fino all’ultimo tener testa ai verdeoro. Non sono bastati infatti i classici 90′ per decidere il risultato finale, ne tantomeno i tempi supplementari.
Allo stadio Minerao di Belo Orizonte è stato un match più che equilibrato. Dopo una partenza sprint dei brasiliani il Cile ha saputo dalla sua gestire bene le forze per annullare le controffensive degli avversari. A sbloccare il risultato c’ha pensato David Luiz che al 18′ ha siglato un goal abbastanza fortunoso, nato da palla inattiva, con la complicità del difensore cileno Jara. A ristabilire la parità è toccato al “el niño maravilla” Sanchez che al 31′ sfrutta una bella azione di Isla e Vidal e con un destro chirurgico supera Julio Cesar in uscita.
Nel secondo tempo le due formazioni, vuoi il caldo e vuoi la paura di subire una rete, hanno tirato il freno a mano regalando sempre meno emozioni al pubblico sugli spalti. E così al triplice fischio dell’ottimo arbitro inglese Webb, bravissimo nel prendersi le responsabilità nell’annullare un goal ad Hulk nel secondo tempo per fallo di mano, si va ai tempi supplementari.
L’extra time però regala poche emozioni e ci pensa allora il cileno Pinilla, entrato nella seconda metà del secondo tempo, a far salire un brivido gelido sulla schiena dei brasiliani colpendo una clamorosa traversa a tempo praticamente scaduto.
Nulla di fatto e dunque il destino di questa sfida è affidato ai calci di rigore. Proprio Pinilla, che per poco non sbancava il Belo Orizonte con quella maledetta traversa, fallisce dagli undici metri e proietta in salita la strada ai suoi compagni. Infatti il secondo giocatore cileno a fallire è proprio Sanchez, autore della rete dell’1-1. Sponda Brasile invece mentre Marcelo trova il goal della tranquillità Hulk fallendo rimette tutto in bilico. Un altro palo maledettamente stregato colpito da Jara fa terminare i sogni di gloria di un Cile davvero bravo ma altrettanto sfortunato. Il Brasile incontrerà nei quarti di finale la Colombia, vittoriosa per 2-0 nei confronti dell’Uruguay.
Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar; Dani Alves, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo; Fernandinho, Luiz Gustavo; Oscar, Hulk, Neymar; Fred.

A disp.: Jefferson, Victor, Dante, Maxwell, Paulinho, Henrique, Ramires, Hernanes, Willian, Bernard, Jo, Maicon.
All.: Scolari.

Cile (3-4-1-2): Bravo; F. Silva, Medel, Jara; Isla, Diaz, Aranguiz, Mena; Vidal; Sanchez, Vargas.
A disp.: Toselli, Herrera, Albornoz, Carmona, Pinilla, Rojas, Orellana, Beausejour, Valdivia, Gutierrez, Fuenzalida, Paredes.
All.: Sampaoli.

RIGORI:

David Luiz (B) – Rete Pinilla (C) – parata

Willian (B) – fuori Sanchez (C) – parata

Marcelo (B) – Rete Aranguiz (C) – Rete

Hulk (B) – parata Diaz (C) – Rete

Neymar (B) – Rete Jara (C) – Palo