Crisi: peggiora la condizione economica delle famiglie nel 76,7% dei casi

In piena ‘sindrome del day by day’ gli italiani resistono ai contraccolpi della crisi vivendo alla giornata. La condizione economica delle famiglie è peggiorata nel 76,7% dei casi: con un aumento di 16,4 punti percentuali rispetto al 2014, quest’anno il numero di quanti non riescono ad arrivare alla fine del mese con le proprie entrate […]

povertà famiglieIn piena ‘sindrome del day by day’ gli italiani resistono ai contraccolpi della crisi vivendo alla giornata. La condizione economica delle famiglie è peggiorata nel 76,7% dei casi: con un aumento di 16,4 punti percentuali rispetto al 2014, quest’anno il numero di quanti non riescono ad arrivare alla fine del mese con le proprie entrate si attesta al 47,2%. Moltissimi (il 62,8%) quelli costretti ad usare i propri risparmi per far quadrare i conti. Questi alcuni dei dati emersi dal ‘Rapporto Italia 2015’, realizzato dall’Eurispes (Istituto di studi politici, economici e sociali) e presentato oggi a Roma presso la sala conferenze della Biblioteca Nazionale Centrale.

Sono soprattutto i costi per l’abitazione a costituire un serio problema economico: il 73,1% di chi ha contratto un mutuo per l’acquisto della casa- si legge nel rapporto- “ha difficoltà a pagare le rate, così come il 69,6% di chi è in affitto non riesce a pagare regolarmente il canone. Oltre un terzo del campione (34,4%) ha inoltre difficoltà a pagare le spese per i trasporti, mentre un preoccupante 40,9% non ce la fa ad affrontare il costo delle spese mediche”.

Riuscire a risparmiare qualcosa in futuro, insomma, è un miraggio per 8 italiani su 10. Vivere in Italia è quindi una sfortuna? A pensarla così è il 39,5% degli italiani. E nel 2012, di fronte alla stessa domanda, la percentuale era decisamente più bassa (26%): si delinea quindi un aumento del 13,5%.(Dire)