Rassegna stampa dell’1 febbraio 2015

Corsera,p8. Renzi celebra l’arbitro galantuomo: riforme avanti, i forzisti decidano Corsera,p8. ANDREA RICCARDI. La Chiesa in dispaete e quell’opposizione confessionale. Corsera,p9. TOMMASO LABATE. La minaccia di Fitto: Silvio azzeri tutto o andremo alla conta. Corsera,p11. Intervista ad ALFANO: un successo di Matteo? Lo vedremo su Italicum e Senato. I fatti del Pd sono imperscrutabili. Da […]

giornaliCorsera,p8. Renzi celebra l’arbitro galantuomo: riforme avanti, i forzisti decidano

Corsera,p8. ANDREA RICCARDI. La Chiesa in dispaete e quell’opposizione confessionale.

Corsera,p9. TOMMASO LABATE. La minaccia di Fitto: Silvio azzeri tutto o andremo alla conta.

Corsera,p11. Intervista ad ALFANO: un successo di Matteo? Lo vedremo su Italicum e Senato. I fatti del Pd sono imperscrutabili. Da noi nessuno sconto su jobs act e banche. Il confronto. Con il premier ci siamo detti che il governo non e’un monocolore Pd

Corsera,p23. Assegni scoperti e accuse di riciclaggio. Il casino’ di Campione rischia il Crac. Debiti per 110milioni di euro. L’indagine su un sistame di pulizia di denaro illegale

Libero,prima. MAURIZIO BELPIETRO. AMEN. Mattarella e’ stato eletto e il centrodestra si e’ suicidato. Berlusconi e Alfano si sono infilati nella trappola di Renzi senza lo straccio di un piano B e ne sono usciti perdendo la faccia e spaccando i loro partiti. La sola consolazione e’ che peggio di cosi non si puo’fare: bisogna rifondare sulle macerie. E sperare che il presidente triste dica qualche No al premier

Libero,prima. CARLO PANELLA. La resa di Charlie Hebdo: ci fermiamo. Dopo l’attentato e il boom di copie non sara’ in edicola. L’Occidente ha gia’ dimenticato. Dopo la marcia dei 2milioni sono cominciati distinguo sulla satira. Perfino il Papa ha promesso un pugno a chi esagera. E molti musulmani si sono schierati coi terroristi

Libero,p3. Incenso e grisaglia: ci aspettano 7 anni di tristezza. Dalla Panda grigia ai lunghi silenzi: il nuovo presidente e’ piu’lugubre di Monti. Eppure per i grandi quotidiani e’un eroe.

Libero,p4. GIAMPAOLO PANSA. Tenace,insistente,lungimirante. Sergio stupira’ tutti. Anche Renzi. 3anni prima di Mani Pulite,aveva previsto la fine della Prima Repubblica. A piccoli passi ha scalato il Quirinale. E se qualcuno pensa di controllarlo, sbaglia

Libero,p6. Berlusconi s’e’ rotto: ora tratto io con Renzi. L’ex premier congela gli ambasciatori e chiama Mattarella prima del voto: nessun colpo basso. E Toti:il Nazareno risorgera’.

Libero,p6. I fittiani: noi fedeli a Sergio. Ma Romano: io votato Sergio. I ribelli chiedono la testa di Brunetta a Romani

Libero,p7. Forza Italia dimezzata. Finisce a insulta tra i fedelissimi del Cav. Pure i verdiniani ignorano la linea. La Rossi: Verdici e Letta duo tragico. E Denis attacca i capigryppo

Libero,p7. DAVIDE GIACALONE. Un cattolico bigotto sale al Quirinale per ridicolizzare la destra

Libero,p8. Intervista di BARBARA ROMANO a FABRIZIO CICCHITTO: Matteo ci ha camminato in faccia. Con noi si e’ comportato male, serve un chiarimento. Con Fi dialogo aperto.

Libero,p8. BARBARA ROMANO. C’era una volta NCD. Alfano pressato anche dai suoi: lascia il governo e pensa al partito. Il ministro vota Mattarella ma perde pezzo: si dimettono Sacconi e la Saltamartini. E adesso i fedelissimi gli chiedono di dare un segnale forte: altrimenti ce ne andiamo

Libero,p9. GIULIANO CAZZOLA. Addio Angelino, cosi favorisci una svolta autoritaria

Libero,p9. Intervista a MELONI: ora un fonte anti-Renzi con Lega e delusi azzurri. Il centrodestra e’ fallito. Chi vuole creare un’alternativa dove unirsi. Mi rivolgo al Carroccio ma anche ai dissidenti di Fi, NCD e M5S.

Libero,p9. Salvini all’attacco: Mattarella non e’ il mio presidente

Libero,p11. FRANCO BECHIS. Ancora una volta gli ex comunisti si son fatti fregare dal solito ex Dc.n la Finocchiaro, D’Alema e pure Bersani masticano amaro: non toccano palla e ingoiano un altro democristiano. Ma se uno di loro fosse stato in gara, sarebbe stato impallinato dalle correnti

LiberoMilano,prima. Fuga da NCD dopo il Quirinale. Tutti contro Lupi: mai sindaco. Il coordinamento milanese pronto a dimettersi in blocco. La Lega Nord: ora il ministro dei Trasposti corra per la sinistra

Mattino,prima. MATTARELLA, e’ quasi un plebiscito. Presidente con 665 voti: il mio pensiero a speranze e difficolta’ degli italiani. Eletto il dodicesimo Capo dello Stato. Il primo atto in Panda per rendere omaggio alle Fosse Ardeatine: uniti contro il terrore

Mattino,prima. ALESSANDRO BARBANO. Il passo debole del premier e il dovere delle riforme.

Mattino,prima. Centrodestra, l’ora della resa dei conti. Forza Italia allo sbando. NCD, rischio di scissione: Sacconi si dimette da capogruppo al Senato

Mattino,p5.intervista a CIRIACO DE MITA: atto di giustizia, addio seconda Repubblica. L’elezione di Sergio svela l’imbroglio di una transizione flop. Quelli che fanno politica nel Pd mi sembrano francamentie scomparsi. I consigli. Non ne ha bisogno. Impapinnato in tv? Vero ma perche’ emozionato. Buonsegno

Mattino,p6. Faide e veleni, Fi allo sbando. Berlusconi difende il Patto. Rossi: colpa del cerchio magico? Il disastro e’ di Verdini e Letta. Conti in rosso. Fra poco cambiera’ anche la sede del partito

Mattino,p6. Intervista a D’ANNA: i traditori azzurri? La pattuglia siciliana e l’amico Denis. Il senatore passato con Gal: stop alle veline nel partito. Adesso vanno tenuti i congressi. I dissidenti. Favorevole ai franchi tiratori ci volevano anche sulla legge elettorale

Mattino,p7. Il sofferto Si di Alfano spacca il partito. Nel mirino il doppio ruolo di ministro e leader. Lasciano Sacconi e Saltamartini. Il rimpasto. C’e’ bisogno di una verifica con gli alleati,non possiamo continuare ad essere maltrattati

Mattino,p7. Intervista di ANTONIO VASTARELLI a FABRIZIO CICCHITTO: “basta con i diktat, senza i voti di NCD Il governo non ha la maggioranza in Parlamento. Mattarella OK ma la fuga in avanti di Renzi ha rischiato di rovinare tutto. Forza Italia un forte travaglio,molti dei loro hanno votato il candidato e non bianca

Mattino,p8. Renzi: mai segnato con Berlusconi un patto sul Colle. Le riforme si faranno, elezioni nel 2018. I democratici adesso sono davvero uniti.

Mattino,p9. Intervista a ACHILLE OCCHETTO: gli ex Pci piu’ deboli, nel Pd si escludono a vicenda. Io e Mattarella demmo vita al primo laboratorio politico. Se Renzi va a rimorchio di politiche neoliberiste e moderate non finira’la legislatura. La lezione greca e’ la giusta via per creare un nuovo partito di sinistra

Mattino,p9. Cinque Stelle ancora fuori dai giochi: “non moriremo dc”. In Aula compatti su Imposimato ma poche critiche a Mattarella: e’migliore persino di Prodi

Mattino Napoli,prima. Legge elettorale, caos in Regione. Il Pd frena sulle soglie di sbarramento: si tratta sul 5% per le liste. Spunta l’ipotesi fiducia. Telenovela Primarie, i Democrat prendono tempo e riaprono i termini per le candidature: caccia a un nuovo nome

Mattino Napoli, p28. Intervista al sottosegretario GIOACCHINO ALFANO: si a Caldoro,ma i rapporti con Fi sono un’altra cosa. Sosteniamo il Presidente Nappi? Parli con i magistrati. Troppi personalismi nel partito di Berlusconi mentre il Pd in Campania prende tempo

IL TEMPo,prima. GIAN MARCO CHIOCCI. La Balena Bianca e la favola di Pinocchio

Il TEMPO,prima. L’ex Dc Mattarella e’ presidente della Repubblica. Renzi trionfa, riunisce il Pd e sfascia il centrodestra.

IL TEMPO,p2. MASSIMILIANO LENZI. E di giornaloni trionfa l’agiografia del Presidente low cost. Nei media e’ tutto un raccontare i gesti all’insegna del presidente dal basso profilo. Una storia che ricorda i “monitori” che cantavano l’arrivo di Napoleone

IL TEMPO,p5. Intervista a RUTELLI: ma quale Lusi e ladri. La Margherita e’ questa. Gli ex Dl sono ai vertici dello Stato. Ora Mattarella trasformi il Quirinale in museo

IL TEMPO,p10. Intervista a VITTORIO FELTRI: Alfano si faccia curare da un traumatologo. La sintesi. Lineare la strategia di Matteo,incomprensibile Berlusconi

IL TEMPO,p10. BARBARA SALTAMARTINI. “Non voglio morire renziana”

IL TEMPO,p11. Passera lancia la sfida, Italia Unica e’un partito. Obiettivo: intercettare astensionisti e scontenti. Una formazione per valorizzare gli imprenditori. Il programma. Aiuti alle famiglie con figli. Abbattimento delle tasse.

Messaggero,p4. Intervista a BERNARDO MATTARELLA, capo dell’Ufficio legislativo del Dipartimento Funzione Pubblica: mio padre? Un uomo allegro con la passione per i cannoli. La scomparsa della mamma tre anni fa e’ stata un duro colpo

Messaggero,p7. Lo staff, PAJNO in pole per l’incarico di segretario generale. L’ex direttore dell’Asca ASTORI potrebbe ricoprire quello di portavoce

Messaggero,p9. Intervista a SABINO CASSESE: alla Consulta Sergio giurista scrupoloso,nessuno si illuda che possa offrire sponde. Ha una grande capacita’ di studio e una esperienza consolidata da studioso e da politico. Il collega? Ne ho apprezzato la grande amabilita’ che e’ un tratti importante del suo carattere

Messaggero,p10. Intervista a RAFFAELE FITTO: i 38 voti? Un complotto contro di me. Adesso basta con badanti e nazarenate. Troppi errori a cominciare dalla riforma elettorale prima del Colle ABC politico. Nel partito adesso bisogna azzerare i vertici e marcare la nostra alternativa alla sinistra

Messaggero,p11. Italia Unica diventa partito, Passera: saro’ io l’anti Renzi.

Messaggero,p11. In NCD e’ tensione, Sacconi lascia. Alfano: il dialogo con Fi va avanti. La portavoce SALTAMARTINI tentata dalla Lega. Il travaglio della DE GIROLAMO. CICCHITTO: nulla sara’ come prima. E torna la richiesta formale della verifica di governo

Messaggero,p14. Isis, nuovo orrore sgozzato il secondo ostaggio giapponese.

Messaggero,p16. La Hack e il lascito alla badante, spunta il giallo dei 3 testamenti.

Messaggero,p40. Intervista ad AURELIO REGINA, presidente dell’Auditorium. La cultura romana cerchi l’eccellenza. Santa Cecilia e Opera devono restare due istituzioni distinte ma e’ necessario che collaborino di piu’ tra di loro.

Il Fatto,prima. Vince il MattaRenzi. Le schede firmate banda per banda. Sergio Mattarella eletto 12esimo presidente della Repubblica con 655 Si: Pd, Sel, Ncd, centristi e almeno 50 forzisti anti-B. Voto di scambio con partiti e correnti che lasciano 6 impronte. Trionfa il leader dem, tracolla il Caimano, si sfasciano gli alfaniani.

Il Fatto,prima. Atene, la lista-evasori distrutta dopo Tsipras. Lo scandalo.

Il Fatto,p4. FABRIZIO d’ESPOSITO. Silvio e Angelino “sono senza palle” e Denis fa il gruppo. Il veleno della badante di Berlusconi, Rossi: “e’ tutta colpa di Letta e Verdini, se ne devono andare”. NCD a pezzi: tra dimissioni (Sacconi) e promesse di crisi di governo. Da Forza Italia almeno 70 voti a Mattarella. L’ipotesi di una formazione filo-Renzi capitanata dal mediatore di B

Il Fatto,p5. ANTONELLO CAPORALE. La resa degli ex comunisti: “non contiamo piu’nulla”. I rossi sconfitti nella partita del Quirinale: dall’amaro Sposetti al Veltroni silente e Giorgio Napolitano ammette: “la nostra storia e’ finita quando non aderimmo al Pse”.

Il Fatto,p5. Intervista a CLAUDIO PETRUCCIOLI: “Renzi come Federer. Che gran colpo”. Son passati 20anni, smenttiamola con questa storia di compagni ed ex Dc. Il PD e’un partito tutto diverso: finalmente orgoglioso della sua identita’.

Il Fatto,p6. Riusciranno i nostri eroi a ritrovare il terzo fratello! Nelle agiografie proliferate in poche ore su tutti i giornaloni d’Italia non viene mai citato l’altro Mattarella; l’Antonino raccontato dal Fatto

Il Fatto,p6. Cosi col Ppi salvo’ Previti dal carcere. Il voto garantista. Il 20 gennaio 1998 il No all’arresto dell’avvocato di B. Col centrodestra fu determinante proprio la posizione dei popolari che bocciarono la richiesta dei giudici

Il Fatto,p7. Intervista ad ALFIO CARUSO, querelato: “il neo presidente vuole da me 250 mila euro. I fatti che racconto nel libro DA COSA NASCE COSA prima di me li avevano gia’ ricostruiti altri,ma sono l’unico a esser citato in giudizio

Il Fatto,p10. Maxi-pensioni e altri redditi di San Sergio, detto Il Sobrio. Il vitalizio e la liquidazione da parlamentare, l’assegno da professore universitario e lo stipendio della Consulta: dal 2008 fanno quasi 3milioni. Sui giornali e in tv, il capo dello Stato e’ l’immagine stessa della modestia: la Panda, l’appartamento da 50mq, una vita pia e quasi quaresimale.

Il Fatto,p11. Oscurato dal Colle, Passera sfida Salvini e B. L’ex banchiere lancia il suo partito:riforme liberiste e “basta immigrati”: con Italia Unica pronta per le elezioni comunali

Il Fatto,p16. PUTIN e il segreto di famiglia la figlia in affari a Mosca. Il blogger Navalny, agli arresti domiciliari,pubblica un rapporto: Katerina Tikhonova e’ alias di Ekaterina per nascondere la sua identita’.

Il Fatto,p17. Fognini-Boldelli: doppio o non doppio e’ trionfo vero. Storica vittoria agli Australian Open della Coppia Azzurra (6-4, 6-4 a Mahut e Herbert). L’ultimo successo in uno slam mancava dal 1959: Pietrangeli e Sirola al Roland Garros

Manifesto,p2. Intervista a CORRADO STAJANO: ha vinto l’opportunismo Pd e questo puo’ giovare al Paese. Con la scelta di Mattarella, Renzi pero’non cancella la sua vocazione alle larghe intese

Manifesto,p3. La destra va in fumo. Ora Renzi e’meno stabile ma piu’ forte. Tre maggioranze,nessuna sicura. Ma tenute in pugno con la minaccia delle urne. Berlusconi non tiene piu’le truppe, volano gli stracci, accuse a Verdini e Letta “duo tragico”. NCD per aria, Alfano con le ossa rotte

Sole24ore,prima. ROBERTO NAPOLETANO. La coscienza e la “regola”. Mattarella e’ una persona seria. Non e’ vero che e’ un uomo cupo. Ciriaco Dee Mita lo conosce bene e viene subito al punto: “viviamo tempi in cui la politica e’ fatta di parole e di speranze non motivate,si sono perse le radici,ebbene Mattarella e’ un uomo concreto e lo vedrete all’opera, coi suoi criteri oggettivi sapra’mettere in difficolta’ chi fa le cose sbagliate, chi cerca le scorciatoie”. Il primo banco di prova sara’la norma del 3% sull’evasione fiscale pro-Berlusconi, Renzi fara’bene a ritirarla perche’ altrimenti il moroteo siciliano fara’ sentire il peso della sua cultura giuridica e di una vita nelle istituzioni (…)

Sole24ore,p2. D’ALIMONTE. Renzi ha violato il medoto del Nazareno,ma il patto puo’ resistere.

Sole24ore,p4. LINA PALMERINI. Pd, Governo e regionali: sfide che Renzi puo’vincere solo con l’economia

Giornale,prima. ALESSANDRO SALLUSTI. Mattarella Presidente. Ammucchiata con feriti. Governo e riforme escono a pezzi dall’elezione del Colle, sinistra illusa e gia’ abbandonata. NCD in frantumi, Forza Italia in ordine sparso. Renzi cerca di rattoppare, ma sara’ dura. Berlusconi non si arrende: sapevo,il dialogo resta

Giornale,prima. PIERO OSTELLINO. Renzi ha partorito il figlio di una cultura illiberale.

Giornale,prima. Il Milan lancia lo stadio del futuro. Con alberghi, spazi d’arte e un liceo

Giornale,p2. GABRIELE BARBERIS. Ed e’ subito “mattarellismo tra palto’scuri e utilitarie grigie. Dietro il look austero e la frugalita’ monacale, torna a sventolare la bandiera della vecchia sinistra DC”

Giornale,p6. Intervista a SAVERIO ROMANO: si l’ho votato, e’un DC come me. Il partito va azzerato, via i capigruppo. Ricucire con Alfano e’ un errore

Giornale,p7. NCD esplode sul SI all’ex dc. Tira aria di crisi di governo. Sacconi lascia, la DE GIROLAMO vuol dimettersi da capogruppo: si profila il ritorno in Forza Italia. Via pure la Saltamartini. E Alfano ride: gli italiani possono gioire

Giornale,p7. Passera contro tutti: no a sinistra e populismi. Attacchi al premier, alla lega e a Forza Italia. E strizza l’occhio ai Popolari di Mauro. Italia Unica diventa partito, l’ex ministro presidente

Giornale,p10. Intervista a MATTEO SALVINI: il futuro? Possiamo parlarne con Berlusconi. Dalle grandi sconfitte nascono grandi vittorie. Il capo dello Stato? Un vecchio DC.

Giornale,p10. Grillo si scopre inutile e prende un’altra batosta.

Giornale,p11. VITTORIO FELTRI. Che cosa significano quei 46 suffragi per me nella corsa per il Colle. Lega e Fdi hanno saputo resistere alle sirene renziste. Nel nuovo centrodestra potrebbero valere il 20%

Avvenire,p6 intervista a BRESSA: non inganni la sua riservatezza. Nella scelta della prima visita tutta la sua sensibilita’ politica. Sono parlamentare dal 1996 e non ho mai provato una emozione come oggi che ho scritto il suo nome. Il clima e’ cambiato,ora sarebbe passato anche Prodi

Stampa,prima. MARIO CALABRESI. Fondamentale ritorno alla normalita’. Si chiamano Riserve della Repubblica,sono quegli uomini che vivono lontani dai riflettori, che paiono quasi dimenticati in un cono d’ombra ma che diventano preziosissimi quando il Paese ha bisogno di figure solide,di sicurezze, si misura e buon senso

Stampa,p2-3. La pista dei “franchi sostenitori”, Fitto si defila, sospetti su VERDINI. Una quarantina di consensi da grandi elettori berlusconiani. Ora il patto del Nazareno alla prova della tripla maggioranza

Stampa,p7. Intervista a DE MITA: Mattarella un cattolico vero. Altro che Scalfaro:paragone assurdo. Leggo con disappunto le stupidita’ di chi dice che questa elezione e’ il ritorno del passato.

Stampa,p11. Intervista a MACALUSO: ha le sue idee, le manterra’. Non abbiamo scelto un uomo di Renzi. La battuta: il premier desiderava un suo sottosegretario sul Colle, non e’ cosi. La continuita’ con Ciampi e Napolitano sara’ nell’amore per la Costituzione. Napolitano e’ uomo di sinistra,Mattarella democristiano ma c’e’un comune sentire

Stampa,p37. Intervista a MASSIMO FERRERO. Compra, vinci, gioca e pentiti. Il calcio e’come la borsa. Noi quarti? Sono incosciente,me l’aspettavo.

Qn,p4. Intervista a CASTAGNETTI: il Mattarellum e’la sua personalita’. Riusci a mettere d’accordo tutti. Non cerca gesti popolari. Vuole solo dare garanzie.

Qn,p5. Intervista a MANNINO: Mattarella e’ un gatto di casa. Ma sui principi non transige. Mite e riservato. Eppure e’un uomo forte. Renzi? Ha dato al Pd una visione nuova. Non piu’ cattolici ed ex comunisti ma piddini veri

Qn,p7. Intervista a CACCIARI. Non ha ne’ leader ne’ strategia. Solo Berlusconi puo’fare la guerra a Renzi. Ma si allei con Salvini

Qn,p7. Intervista a RODOTA’: via alla Cosa Rossa con Sel e sindacati. Io come Tsipras? Non ho l”eta’

Qn,p10. Intervista a ROSY BINDI: un capo dello Stato nel segno di Moro, ma non e’ nostalgico. Una vittoria fi tutti non solo del premier. Mattarella sapra’ anche dire NO al governo.

Repubblica,prima. EUGENIO SCALFARI. Bene Renzi e bene il Pd, il Presidente e’ quello giusto.

Repubblica,p13. Intervista a WALTER VELTRONI. Dal premier scelta perfetta, ora avanti con le riforme, sbaglia chi nel Pd vuole frenare

Repubblica,p14. Intervista a SAVERIO ROMANO: “ho disubbidito per responsabilita’. Il mio Si a Mattarella per motivi di coscienza, ma ora stop al Nazareno”.

Repubblica,p14. CARMELO LOPAPA. L’ira di Berlusconi contro l’avversario “traditore”. Deluso da Letta e Verdini ma sul Nazareno non rompo. Alle 9 telefonata al candidato: ‘qualcuno dei miei ti dara’ una mano”. Nel partito e’ resa dei conti. Fitto chiede di azzerare subito i vertici dei gruppi parlamentari e del partito: “o sara’ guerra”.

Repubblica,p17. Intervista a SALTAMARTINI: angelino ci ha spostati a sinistra, ora potrei andare con Salvini

Repubblica,p24. Traffico di droga anche in Vaticano.

Repubblica,p25. Il magistrato agli studenti: “e’ sbagliato parlare di mafia qui a Roma”. Il Pg della Corte dei Conti: “Sicilia e Calabria sono un’altra cosa, quella della caapitale e’ solo una combricola di delinquenti”. Nottola ha parlato in una scuola nella giornata dedicata alla legalita’.

Repubblica,p29. Delude Garanzia Giovani, pochi fondi e zero assunti. Il governo corre ai ripari

Repubblica,p56. Intervista a ROSSANA ROSSANDA: e’ stata la bellezza del mondo a salvarmi dal fallimento politico

Monica Macchioni-Dire