Rassegna stampa del 5 febbraio 2015

Corsera,prima. Forza Italia nel caos: patto rotto. Riforme e partiti. Fitto chiede di azzerare i vertici, no di Berlusconi. Toti: asse con il premier non piu’ vincolante. Corsera,p3. Intervista a SCAJOLA: torneranno i Responsabili. La sinistra ci criticava,ora ci copia. Il doppio binario. E’ un errore rompere il patto su un presidente che ci piace […]

giornaliCorsera,prima. Forza Italia nel caos: patto rotto. Riforme e partiti. Fitto chiede di azzerare i vertici, no di Berlusconi. Toti: asse con il premier non piu’ vincolante.

Corsera,p3. Intervista a SCAJOLA: torneranno i Responsabili. La sinistra ci criticava,ora ci copia. Il doppio binario. E’ un errore rompere il patto su un presidente che ci piace e non sulle riforme.

Corsera,p5. MARIA TERESA MELI. Il contrattacco di Renzi: lasciare non gli conviene, ma noi abbiamo i numeri. Ai suoi dice: stiamo distruggendo il gruppo di Fi al Senato. I sondaggi sul Tavolo del leader dicono che la fiducia nel governo e’ salita di 4 punti

Corsera,p6. FRANCESCO VERDERAMI. La strada stretta dell’ex premier e la partita dell’azienda di famiglia. La rottura dell’accordo con Renzi va inquadrata oltre il recinto della politica

Corsera,p6. MASSIMO FRANCO. Guerra fredda esasperata dai conflitti dentro Fi

Corsera,p9. Il colloquio di GIULIANO AMATO con ALDO CAZZULLO. E’ venuta fuori la verita’ su di me,non ero impopolare per il Colle. Ho fatto una lezione sul ‘900 agli studenti delle Medie. Mia moglie mi ha detto; Giuliano meglio cosi

Corsera, p11. Anche la MELONI a ROMA con i Forconi

Corsera,p11. Tosi apre alle coppie di fatto. Gelo di Salvini. Verona sara’ la prima grande citta’ guidata dal centrodestra a varare un registro per le unioni civili. Il sindaco parla di mutate esigenze della societa’. Nervosismo nella Lega: il leader non era stato informato.

Corsera,p12. Schiaffo della BCE ad Atene: basta liquidita’. Programma di risanamento non rispettato: “verso la sospensione dei finanziamenti alle banche”. L’euro si deprezza sul dollaro a 1,13. Frena Wall Street. Tsipras: vogliono spingere tutti a un accordo

Repubblica,prima. CAOS FORZA ITALIA: addio Patto. Renzi: andiamo avanti da soli. Berlusconi frena: decidero’ di volta in volta. FITTO attacca: azzerare i vertici

Repubblica,p3. Intervista a ROBERTO SPERANZA: sembra una ritorsione, l’Italicum? Si puo’cambiare. Era il gioco delle tre carte, baravano. Volevano un presidente della Repubblica accomodante. Se perdessimo qualche pezzo di NCD, sarebbe compensato con lo sgretolamento dei 5Stelle? Nessun timori

Repubblica,p4. VERDINI, FITTO e i fedelissimi, quelle 3 fazioni in lotta tra odi personali e vendette. Cosi esplode il partito di Silvio

Repubblica,p5. Intervista a BRUNETTA: premier sleale ora rivedremo anche il voto sulla legge elettorale. Noi anarchici e monarchici faremo una opposizione responsabile. In una fase di transizione al Colle doveva andare una figura di garanzia. FITTO una risoresa,pero’ non puo’ ripudiare le regole del gioco con Berlusconi

Repubblica,p18. ‘Ndrangheta, perquisito Iaquinta

Repubblica,p26. Governo diviso, casse Ilva a secco. Il ministro dell’Ambiente non sblocca i 150milioni messi a disposizione da Fintecna. Oggi vertice a Palazzo Chigi. Emendamenti al decreto. E il Gup del Tribunale decide che non e’ dovuto alcun risarcimento alla citta’ di Taranto.

Repubblica,p26. Partite Iva, dalla maternita’ alla garanzia pagamenti in arrivo nuove tutele. Il governo prepara il decreto delegato sul riordino dei contratti, l’obiettivo e’ eliminare la zona grigia del lavoro parasubordinato. Poletti: “ridurremo il precariato semplicficando e disboscando le forme contrattuali”.

Stampa,p8. Forza Italia: “Il Patto e’ rotto. Ma avanza la tesi: e’ un bluff”. Berlusconi fa la voce grossa per tamponare FITTO e i suoi elettori. Nel partito in tanti credono: e’ una finta, si andra’ avanti come prima

Stampa,p8. MATTIA FELTRI. Tutti addosso al Grande Colpevole. Alla fine l’ex Cavaliere salva Verdini. Prima lasciato in pasto al partito,ma Denis resta troppo utile

Stampa,p8. FABIO MARTINI. Il Pd di governo non si scompone. “Contenti loro,per noi e’ meglio cosi”. I renziani: il Patto era un limone spremuto. Attesa per le mosse degli alfaniani

Stampa,p9. Sulle riforme il sostegno di Forza Italia non e’ vitale. E l’Italicum puo’ passare anche senza NCD. A Montecitorio il governo vanta maggioranza “autonoma”.

Stampa,p10. Lanzetta, ‘a ministra lascia Roma, e torna in Calabria come farmacista. Dopo il pasticcio della rinuncia aal posto di assessore regionale, l’ex sindaco anti ‘ndrangheta spiega: “e’ stata una scelta etica”

Stampa,p11. Draghi pressa Varoufakis e la Bce chiude i rubinetti alle banche della Grecia. No ai bond perpetui proposti da Atene

Stampa,pIV. Intervista a SPATARO. Le espulsioni dei sospetti jihadisti non si sostituiscano alle indagini. In Italia giusta l’attenzione, ma senza allarmismi

IL TEMPO,prima, Ora hanno davvero rotto il Patto. Nazareno addio. Liti, dispetti, rivolte. No del Cav alle dimissioni di Brunetta e Romani. FITTO: “azzerare i vertici”. Verdini resiste ma passa la linea piu’dura. Il Pd: meglio cosi

IL TEMPO,prima. MAURIZIO GASPARRI. Adesso Fi avra’ mani libere. IGNAZIO ABRIGNANI. Le riforme non vanno tradite

IL TEMPO,p4.ALBERTO DI MAJO. L’operazione Quirinale smonta Fi. Cav all’angolo. E Renzi tenta Verdini. Liti e accuse a Palazzo Grazioli. Berlusconi tenta l’ultima mediazione. Trattativa. E’ stato un autogol il dialogo tra il Cav e D’Alema. Grandi manovre. Possibile il debutto dei nuovi Responsabili.

IL TEMPO,p5. Il Pd sceglie la linea dura: “accordo finito? Meglio”. Sui social network i dem fanno il funerale a Fi. Renzi avverte: porteremo a casa le riforme

IL TEMPO,p5. Pannella mago dei referendum boccia quello del premier. Il padre dei Radicali e’ scettico: provocherebbe una rottura dentro il partito. Il motivo. La gente non appoggia le consultazioni riguardanti questioni che non sente proprie.

IL TEMPO,p7. Riciclati e volti nuovi: la Lega si divide. Numerosi quelli che temono di perdere la poltrona e premono per entrare. In arrivo un paio da Fi e 10 grillini. E Tosi annuncia l’apertura ai gay.

IL TEMPO,p8. Piace tantissimo il fine stratega Matteo.
IL TEMPO,p9. A Roma il raduno degli onorevoli virtuali. Rotondi ha organizzato piattaforma e incontri. Ci saranno Violante, la Meloni e Berlusconi.

IL TEMPO,p12. Caso Orlandi, Pietro accusa il Vaticano. Il fratello della ragazza scomparsa nel 1983: “ha ostacolato l’inchiesta”.

IL TEMPO,p13. Le Popolari incalzano Renzi: ‘la riforma va decisa insieme”. Lungo cda di Assopopolari. Chiede “soluzioni condivise”. L’associazione: dubbi di legittimita’ sulla forzosa conversione in Spa

Il Fatto,prima. MARCO TRAVAGLIO. Il giornale che siamo e che saremo

Il Fatto,prima. Prima applaudono Mattarella, poi bloccano l’anticorruzione. Martedi il Presidente ha denunciato il malaffare (“divora le risorse per i cittadini”). Ieri chi l’aveva applaudito 42 volte (Pd,Fi,Ncd e centristi) ha votato l’ennesimo rinvio del pacchetto contro le tangenti che vaga in Parlamento da due anni

Il Fatto,p3. Dati Agcom: nei tg Mediaset Renzi c’e’ piu’ di Silvio. M5S quasi non esiste

Il Fatto,p4. Il Nazareno e’ ri-morto, ma Silvio fa da stampella. Serie di insulti tra Pd e Fi sul piano delle riforme. Ma continuano assieme. Boschi attacca le correnti forziste, Serracchiani dice “meglio soli” e Giacomelli punta alla “roba” di B.

IL FATTO,p4. FABRIZIO d’ESPOSITO. NCD, la parabola del partito-poltrona. Miracoli. Angelino Alfano e’ stato per 6 degli ultimi otto anni il ministro dell’Interno del nostro Paese

Il FATTO,p5. La Finocchiaro non ha i titoli per la Consulta.

IL FATTO,p6. CLAUDIO E PIERLUIGI TOTI SULLE TRACCE DEL FOGLIO. I costruttori romani, gia’ alla cena dell’Eur del Pd renziano potrebbero acquisirlo.

IL FATTO,p6. Intervista all’on.MICHELA MARZANO: e’ la legge del Parlamento, se non sei fedele sei invisibile.

Giornale,prima. ALESSANDRO SALLUSTI. Liberi tutti. La fine del Nazareno.

Giornale,prima. PIERO OSTELLINO. L’ultima chance di ripensare il centrodestra.

Giornale,prima. FIAMMA NIRENSTEIN. Il nuovo Medioevo dei barbari islamici. Non solo i terroristi, anche gli islamici “moderati” minacciano crocifissioni.

Giornale,p4. LANDINI okkupa la Rai: il caso in Vigilanza. Anzaldi (Pd) chiede conto del presenzialismo di “alcuni leader sindacali”. Proteste di Cisl e Uil.

Giornale,p5. La maggioranza rischia. E’ appesa a sette senatori. Dopo lo scontro con Renzi per l’elezione di Mattarella, il gruppo NCD-UDC e’ fibrillazione. E per mandare sotto il governo bastano pochi malpancisti.

Giornale,p6. Intervista a ISABELLA RAUTI (Prima l’Italia): Lega e destra inconciliabili,anche da noi serve un partito alla Le Pen.

Giornale,p8. Repubblica si genuflette: Mattarella santo subito. Tra editoriali, ritratti e commenti il quotidiano diretto da Ezio Mauro incensa il neo capo dello stato: bravo, integerrimo e pure affascinante. E parte la beatificazione

Giornale,p18. STEFANO ZURLO. Majorana scappo’ in Venezuela. Inchiesta chiusa, giallo riaperto. La Procura di Roma archivia il caso, ma scrive nero su bianco che il fisico sparito nel 1938 era in Sudamerica tra il ’55 e il ’59

Giornale,p21. Sky e Mediaset sull’onda della ripresa. La pay tv trova 30mila nuovi clienti italiani e il Biscione vola in Borsa sulle attese di un +4% nella pubblicita’.

Mattino,prima. Un ministro per il Mezzogiorno. Patto del Nazareno, e’ scontro. Forza Italia: e’ rotto. Il Pd: meglio cosi, liberi tutti.

Mattino,p7. Via tutti, Fitto contro il cerchio magico di Fi. Chiesto l’azzeramento, ma Berlusconi respinge le dimissioni del gruppo dirigente

Mattino,p7. Dissidenti, gli ex di Cosentino pronti a scatenare la guerriglia. Con l’ex governatore non solo i pugliesi,cresce la pattuglia dei parlamentari campani. Forte la presenza in Sicilia con l’ex ministro Romano ma anche in Calabria, Basilicata e Abruzzo. I napoletani. Tra i fittiani Ciro Falanga, Eva Longo, Antonio Milo ma anche Antonio Marotta e Vincenzo D’Anna.

Avvenire,prima. Vendetta contro barbarie. In Giordania impiccata la kamikaze irachena. L’imam di Al-Azhar: i terroristi vanno crocifissi.

Avvenire,p6. Il Cav tentenna: serve una pausa. Ma Fitto scatena l’attacco finale.

Libero,prima. MAURIZIO BELPIETRO. Renzi il bullo non sta piu’sereno. Sepolto il patto del Nazareno. All’ira di Forza Italia, Palazzo Chigi risponde arrogante: meglio cosi. Ma e’ un bluff: senza la sponda di Berlusconi l’iter delle riforme e’ soggetto ai capricci della minoranza Pd e della sinistra radicale

Libero,prima. GIACOMO AMADORI. Delrio dal prefetto con gli amici dei mafiosi. L’interrogatorio del sottosegretario nell’inchiesta sulla ‘ndrangheta

Libero,prima. MARIO GIORDANO. L’assassino col piccone. Solo 20anni a Kabobo. Ma i danni Milano li chieda al governo

Libero,p2. RAFFAELE INSISTE: “NON MO FIDO PIU'”. L’ex ministro rifiuta la tregua: “adesso azzeriamo i vertici”

Libero,p4. Al Senato maggioranza a rischio. Il governo in ostaggio dei partitini.

Libero,p5 intervista a DAMIANO: Metodo Quirinale anche sul lavoro. Matteo si accordi con la minoranza pure sui decreti del Jobs Act. E se Sacconi non e’ d’accordo. Restino pure voucher, apprendistato e interinale,ma basta con associazioni in partecipazione e lavoro intermittente

Libero,p5. Renzi si fa i sondaggi a spese nostre. Il governo non e’ piu’ sicuro della sua popolarita’ e ha stanziato 70mila euro per una serie di rilevazioni sul suo operato. Ogni mese ci saranno aggiornamenti in virtù’ dei quali l’esecutivo modifichera’ la rotta

Libero,p6. BARBARA ROMANO. Angelino si rioffre al premier ma il partito non si fida piu’.

Libero,p8. Il centrodestra diviso in Veneto rischia di far vincere la Moretti. La Lega pensa di correre da sola, e NCD si vendica subito: in commissione affossa il bilancio. In attesa di capire cosa faranno indipendentisti e industriali, il Pd spera di approfittarne

Libero,p9. Pompei crolla:Franceschini chieda la sua testa. Nuovi danni nell’area archeologica. Ma nessuno se la prende col ministro che aveva invocato le dimissioni del predecessore Bondi

Libero,p13. ANTONIO PANZERI. Le ambiguita’ della Turchia danno una mano ai tagliagole

Libero,p20. Merkel e Draghi prendono a schiaffi Tsipras. La Cancelliera tira per le lunghe la trattativa fino a quando laa Grecia sara’ a corto di liquidita’ e dovra’ piegarsi.

Messaggero,prima. Riforme, azzerato il Patto, resa dei conti in Forza Italia. Berlusconi rompe, il Pd: meglio cosi. Renzi: non si smarcheranno

Messaggero,p8. Intervista a GIULIANO POLETTI. Garanzia giovani riparte con il cumulo dei bonus. Chi assume dalle liste degli under 29 potra’usufruire anche della decontribuzione prevista dalla legge di stabilita’. Validi gli apprendistati

Messaggero,p13. Expo, il sito bocciato in inglese e francese. Traduzioni maccheroniche, errori di grammatica e ortografia nelle pagine internet destinate ai potenziali visitatori stranieri.

Messaggero,p13. Frontex conferma il boom di immigrati sbarchi raddoppiati in Europa nel 2014. In un anno 278mila nuovi arrivi la maggior parte fuggono dalla Siria e varcano i confini viaggiando in aereo

Messaggero,p15. Sky cresce a due cifre, corrono gli abbonati in Italia

Il Garantista,p5. Intervista a VITTORIO FELTRI: balle, il Cavaliere non puo’ permettersi lo strappo. Salvini va forte e non ha nessun interesse ad allearsi con Berlusconi,per il momento

Il Garantista,p6. Intervista a SERGIO DIVINA (Lega Nord): siamo l’unica opposizione a Renzi percio’ vinciamo. Noi corriamo soli. Tsipras? Ci interessa molto. Mattarella sembra un preside piu’ che un presidente

Il Garantista,p23. GIULIANO CAZZOLA. Colpire la flessibilita’ illudendosi di creare lavoro

Manifesto,p5. Il Patto e’ finito, per oggi. E il Pd fa la faccia cattiva. Vcrdini pronto a mollare l’ex Cav portandosi dietro un folto gruppo di senatori

Sole24ore,p7. LINA PALMERINI. Il rebus del cavaliere non e’ Renzi ma la fine del patto di sindacato in Forza Italia

Sole24ore,p7. ROBERTO D’ALIMONTE. L’Italicum non e’ a rischio: a Berlusconi non conviene sfilarsi.

Sole24ore,p13. Radio digitale,parte il mercato. Per Piemonte,Umbria e Val d’Aosta in arrivo le frequenze definitive.

Qn,p10. Forza Italia, notte dei lunghi coltelli, verdini minaccia: vado con Renzi

Corriere dello Sport: Magica viola, crollo Roma. Ecco lo stadio del Milan. Bloccato il golpe di Nicchi. Niente stage, vince la Juve perde Conte. Trionfa la Fenninger, oggi tifiiamo Paris. Ronaldo vale 400 milioni. Moggi: “Mi sono lavato la mano”.

Tuttosport: Crisi Roma, pioggia di fischi. Vendere Pogba per una mega Juve. Verratti: non tornerà. Cassano: idea per il Toro. Di Natale: l’addio adesso è ufficiale, andrà negli USA. Ecco come sarà l’arena del Milan in stile Bernabeu.

Monica Macchioni-Dire