Euro 2016: un punto in meno a Croazia per svastica di Spalato

Costerà un punto di penalizzazione alla Croazia, nella classifica del girone di qualificazione a Euro 2016, la svastica disegnata da ignoti sul prato dello stadio di Spalato durante la partita giocata contro l’Italia lo scorso 12 giugno e conclusasi con il punteggio di 1-1. Lo ha stabilito il Comitato disciplinare della Uefa, che ha comminato […]

Costerà un punto di penalizzazione alla Croazia, nella classifica del girone di qualificazione a Euro 2016, la svastica disegnata da ignoti sul prato dello stadio di Spalato durante la partita giocata contro l’Italia lo scorso 12 giugno e conclusasi con il punteggio di 1-1. Lo ha stabilito il Comitato disciplinare della Uefa, che ha comminato anche una multa di 100 mila euro alla Federazione, stabilendo altresì che le prossime due partite di qualificazione casalinghe della formazione balcanica vengano disputate a porte chiuse, ovvero, senza pubblico. Lo Stadion Polijud di Spalato inoltre non potrà più essere il teatro delle restanti partite casalinghe che attendono la Croazia nel suo cammino verso Euro 2016.

La Federcalcio croata ha ora tre giorni di tempo per presentare ricorso contro la sanzione. La penalizzazione in classifica favorisce Italia e Norvegia, che si trovano alle spalle della Croazia nella classifica del girone H di qualificazione alla massima competizione continentale che si disputerà in Francia la prossima estate. Alla luce del -1 inflitto ai balcanici, ora gli azzurri di Antonio Conte sono ad una sola lunghezza di distanza dalla squadra capolista, che mantiene solo tre punti di vantaggio sulla Norvegia, terza in classifica. Accedono all’europeo le prime due classificate di ciascun gruppo più la migliore terza. Le altre squadre terze classificate invece si giocano quattro posti negli spareggi.