Splendidi affreschi riscoperti in chiesa a Cabbia di Montereale

L’Associazione “Soldarieta’ Caiana” il 13 agosto alle ore 15,30 presso la parrocchiale di Santa Maria Assunta in Cabbia di Montereale presentera’ alcuni affreschi, in corso di restauro, recentemente “riscoperti” sulla parete laterale sinistra della stesa Chiesa. Saranno presenti il sindaco del Comune di Montereale, Massimiliano Giorgi, unitamente ad altre autorita’ religiose, militari e civili. Del […]

L’Associazione “Soldarieta’ Caiana” il 13 agosto alle ore 15,30 presso la parrocchiale di Santa Maria Assunta in Cabbia di Montereale presentera’ alcuni affreschi, in corso di restauro, recentemente “riscoperti” sulla parete laterale sinistra della stesa Chiesa. Saranno presenti il sindaco del Comune di Montereale, Massimiliano Giorgi, unitamente ad altre autorita’ religiose, militari e civili. Del restauro si sta occupando la ditta Carnicelli Dario e figli, sotto la direzione della dr.ssa Bianca Maria Colasacco della Soprintendenza Unica Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la citta’ dell’Aquila.

Gli affreschi rappresentano probabilmente una “sequenza di Santi Martiri”. Della qualita’ e dell’estensione della superficie affrescata la dr.ssa Colasacco dara’ notizia nelle sedi opportune. Per il momento l’Associazione (nelle persone degli attuali soci: Rocchi Berardino presidente, Di Giamberardino Antonio, Di Giamberardino Domenico, Durantini Agostino, Durantini Franco, Durantini Livio, Durantini Mario, Rocchi Adolfo, Rocchi Eligio, Rocchi Luca, Salvi Agostino, Salvi Federico e Salvi Pasquale) e gli addetti ai lavori, si sono trovati di fronte ad una vera e propria sorpresa. La memoria storica degli abitanti piu’ anziani, nonche’ le ricerche personali della dr.ssa Maria Rita Lorenzetti, “caiana” d’adozione, hanno dato la spinta affinche’ si provvedesse al reperimento di una prima somma che consentisse almeno l’inizio dei lavori. L’Associazione “Solidarieta’ Caiana”, il parroco don Luis Fernando Maya Benjumea ed i “Caiani” tutti ringraziano gli sponsor privati che hanno messo a disposizione la somma necessaria per l’avvio dei restauri.