Alex Schwazer a L’Aquila, gran tempo nel test allenamento

“Dopo quello che ho passato in questi anni, dieci chilometri non erano nulla e i dubbi non erano tanti, anche perché nelle ultime settimane e negli ultimi mesi sono migliorato tanto”. A parlare è Alex Schwazer, campione olimpico nella 50 km di marcia alle Olimpiadi di Pechino del 2008 e attualmente squalificato per doping in […]

“Dopo quello che ho passato in questi anni, dieci chilometri non erano nulla e i dubbi non erano tanti, anche perché nelle ultime settimane e negli ultimi mesi sono migliorato tanto”. A parlare è Alex Schwazer, campione olimpico nella 50 km di marcia alle Olimpiadi di Pechino del 2008 e attualmente squalificato per doping in seguito alla positività eritropoietina ricombinante registrata il 30 luglio 2012 in un controllo a sorpresa.

L’atleta altoatesino in questi giorni è a L’Aquila e più precisamente a Tagliacozzo, dove ha effettuato un test-allenamento sui dieci chilometri di marcia presso il locale Campo Sportivo. Ottima la prestazione fatta registrare da Schwazer, che ha fermato il cronometro dopo 38 minuti, due secondi e 59 centesimi. Un tempo che è lontano soltanto quattro secondi dal primato italiano detenuto da Ivano Brugnetti, che con i suoi 37 minuti, 56 secondi e 8 decimi, resiste in cima alla classifica delle migliori prestazioni tricolori sulla 10 chilometri ormai da 10 anni (2005).

“Sono fortunato perché questo è un progetto molto bello che non è assolutamente marketing. Ho scelto questa strada, siamo a metà e c’è ancora tanto da fare”, ha detto Alex Schwazer dopo la prova, la cui prestazione però non può essere ovviamente ratificata ed ufficializzata, a causa della squalifica che lo terrà fuori dalle competizioni ufficiali ancora fino al 29 aprile 2016, ma anche perché la pista sulla quale si è svolta che non è omologata, pur avendo lunghezza analoga a quelle riconosciute dal Coni.