Assicurazioni: un aquilano su due si rivolge ad un consulente

Il 46% degli aquilani preferisce consultarsi con un professionista quando deve prendere decisioni o fare acquisti importanti, come quelli relativi alla casa e all’auto, è quanto emerge dall’ultima ricerca dell’Osservatorio UnipolSai commissionata a Nextplora. Secondo questa ricerca gli aquilani scelgono di consultarsi con un agente, oltre che per l’acquisto di una polizza auto, soprattutto per l’acquisto di […]

Il 46% degli aquilani preferisce consultarsi con un professionista quando deve prendere decisioni o fare acquisti importanti, come quelli relativi alla casa e all’auto, è quanto emerge dall’ultima ricerca dell’Osservatorio UnipolSai commissionata a Nextplora. Secondo questa ricerca gli aquilani scelgono di consultarsi con un agente, oltre che per l’acquisto di una polizza auto, soprattutto per l’acquisto di servizi a protezione dagli infortuni (22%), di beni e servizi a copertura della casa (21%) e di servizi a protezione della salute (18%). A ulteriore conferma del ruolo che gli aquilani riconoscono agli agenti assicurativi, l’11% degli intervistati dichiara di consultarli anche in caso di decisioni sulla propria attività lavorativa: un vero e proprio consigliere personale di fiducia sulle questioni che contano.

Ma, come deve essere il “consigliere di fiducia” ideale? Le caratteristiche peculiari che gli aquilani mettono in evidenza sono da ricercare per il 59% degli intervistati nella sua reale esperienza  mentre il 28% vuole sentirlo vicino anche in caso di problemi; per il 37% è fondamentale la conoscenza diretta, mentre il 21% vuole sentirlo dalla “propria parte”. Per il 20% infine è importante che sappia “rassicurare”.

Il ruolo e le caratteristiche dell’agente assicurativo emergono in un quadro in cui, secondo gli aquilani, il “professionista specializzato che conosco personalmente” è la figura di maggior fiducia al di fuori dell’ambito familiare per il 20% degli intervistati; fiducia superiore a quella riconosciuta, ad esempio, a siti web specializzati (7%), o a blog e forum online (5%).