Nuova Zelanda: terremoto 7.8, paura tsunami

La Nuova Zelanda rivive la paura del terremoto, oggi la scossa di  7.8 ed è stata seguita da varie repliche e da onde tsunami di alcuni metri sulla costa orientale dell’Isola del Sud. Almeno due i morti, ha fatto sapere il premier John Key, sottolineando che i soccorsi proseguono. Il sisma ha colpito alle 23.02 […]

La Nuova Zelanda rivive la paura del terremoto, oggi la scossa di  7.8 ed è stata seguita da varie repliche e da onde tsunami di alcuni metri sulla costa orientale dell’Isola del Sud. Almeno due i morti, ha fatto sapere il premier John Key, sottolineando che i soccorsi proseguono. Il sisma ha colpito alle 23.02 ora locale, le 12.02 italiane, con ipocentro a 23 chilometri di profondità, secondo il servizio geologico statunitense Usgs. Si è originato a 53 chilometri a nordest di Amberley e a 93 a nord di Christchurch. 

“Gli abitanti della costa est, anche nelle isole Chatham vicine all’epicentro, possono attendersi onde fra 3 e 5 metri. Si spostino verso zone elevate”, ha messo in guardia su Twitter il ministero della Difesa civile e gestione dei disastri. A seguito del terremoto, infatti, è stato diffuso un allarme tsunami. Sulla costa orientale sono arrivate inizialmente onde alte sino a due metri, ma c’è il timore di altre di dimensione maggiore. Numerose zone costiere, soprattutto nella parte settentrionale dell’isola del Sud dove si trova Christchurch, sono state evacuate per il timore dell’impatto: le autorità hanno invitato le persone a spostarsi nell’entroterra e a salire ai piani superiori o addirittura sugli alberi. “Ascoltate la radio e seguite le istruzioni dei servizi di emergenza”, ha avvertito il messaggio di allerta.