Soget di nuovo alla ribalta dell’opinione pubblica: dirigenza a giudizio

A seguito del rinvio a giudizio del Sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Mario Mazzocca, del capogruppo regionale di Forza Italia Lorenzo Sospiri, dell’ex. Direttore Generale della Soget Gaetano Monaco ma sempre alle dipendenze della società di Via Venezia e del responsabile del settore esecutivo Soget  Domenico Ludovico, “L’affaire Soget” è tornato alla ribalta dell’opinione pubblica.  Il GUP del […]

A seguito del rinvio a giudizio del Sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Mario Mazzocca, del capogruppo regionale di Forza Italia Lorenzo Sospiri, dell’ex. Direttore Generale della Soget Gaetano Monaco ma sempre alle dipendenze della società di Via Venezia e del responsabile del settore esecutivo Soget  Domenico Ludovico, L’affaire Soget è tornato alla ribalta dell’opinione pubblica. 

Il GUP del tribunale di Pescara, Antonella Di Carlo, su richiesta del PM Gennaro Varone, trovando granitico l’impianto accusatorio, frutto di una complessa indagine che ha lasciato però ampie zone d’ombra sugli altri 843 politici i cui debiti esattoriali erano in un apposito file del Monaco e sfuggiti per il momento all’inchiesta, ha rinviato a giudizio i quattro indagati per i seguenti motivi: Mazzocca deve rispondere di abuso d’ufficio in concorso; Sospiri di abuso d’ufficio in concorso e falsa attestazione o dichiarazione a pubblico ufficiale sull’identità o su qualità personali proprie o di altri; Monaco e Ludovico di abuso d’ufficio e falso ideologico in concorso.

Secondo l’accusa, Mazzocca sembrerebbe che avesse indebitamente beneficiato della mancata riscossione di un debito di 22.300 euro nei confronti della società acquedottistica, attraverso una condotta illecita.

Per quanto riguarda Sospiri, sempre secondo l’accusa, Monaco e Ludovico sembrerebbe che avessero acconsentito immotivate rateizzazioni del debito di Sospiri, riguardante sanzioni per violazioni del codice della strada e tributi comunali.

Pertanto, il GUP ha disposto che tutti gli imputati saranno chiamati a difendersi dall’accusa di abuso d’ufficio in concorso, con Monaco e Ludovico che devono rispondere anche di falso ideologico in concorso e di errore determinato dall’altrui inganno.

L’udienza è stata fissata per il prossimo 24 ottobre.

Ma il circolo vizioso che lega Soget&Politica” ha scritto la cronaca giudiziaria italiana degli ultimi dieci anni: come non ricordare i legami del Monaco che ebbe a dichiarare agli inquirenti in merito ai rapporti che legavano la società pescarese all’attuale Governatore Luciano Dalfonso.

E ci vengono in soccorso a delineare tale scenario anche le parole del Senatore campano di Forza Italia Franco Cardiello che, unitamente agli atti prodotti all’attenzione dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione dall’Ufficiale della Riscossione Massimo Ridolfi – sembrerebbe parte dirimente anche della indagine pescarese -, ha provocato la lapidaria relazione ANAC (ANAC su Soget) e una accesissima e puntualissima interrogazione parlamentare a proposito del “modus operandi” Soget S.p.A. (interrogazione parlamentare); il Senatore Cardiello, a proposito di Soget, dice: “Non si comprende quale sia il vero interesse dell’amministrazione comunale nostrana nel continuare ad avere rapporti contrattuali con questa società di riscossione, vista la mole di procedimenti penali in corso e le continue segnalazioni all’ANAC da parte degli Enti locali che minano, inevitabilmente, l’affidabilità della stessa!” e continua “Sulle assunzioni clientelari, infine, il Comune non poteva che rispondere sostenendo di non conoscere i criteri di selezione. Pur inconsapevoli di ciò, non si può far finta di niente relativamente alla vicinanza elettorale alla maggioranza  degli assunti. L’azione di vigilanza e monitoraggio continuerà, nonostante l’indifferenza e la testardaggine amministrativa di qualche venditore di pentole!”

Ma anche al nord non scherzano, tanto per coprire tutto lo stivale, come i rappresentanti del Movimento 5 Stelle della Provincia di Torino che affermano: La società Soget da tempo è abituata ad essere oggetto di procedimenti giudiziari in varie procure italiane. Questa società si occupa delle riscossioni coattive delle entrate tributarie ed extra tributarie di molti Comuni delle regioni italiane fra cui Campania, Puglia, Abruzzo, Toscana, Umbria, Lombardia e Piemonte. In particolare anche l’unione dei Comuni NET, nonché il Consorzio Bacino 16, hanno ceduto al suo torbido fascino, che in questi anni ha dimostrato come i sodalizi pagati con moneta contante alle amministrazioni comunali e regionali è vincente anche in assenza del ‘certificato antimafia’ e dei requisiti previsti dalla legge”. E continuano: “In considerazione di tutto ciò, i gruppi consiliari M5S di Borgaro, Caselle/Mappano, Leinì, Volpiano e Settimo richiedono la revoca dell’affido e conseguente esclusione della società Soget dalla gara di concessione del servizio di riscossione coattiva. Si richiede inoltre che questo sevizio venga svolto direttamente presso i Comuni, per evitare di incorrere in situazioni simili, visto il proliferare degli affari di questo tipo di società che operano spesso ben oltre il margine della legalità”

La redazione L’Impronta, oggetto anche di una intimidatoria querela per diffamazione da parte della Soget S.p.A., risolta con l’archiviazione,  ha ben presente e denunciato all’opinione pubblica quanto i nostri politici, di ogni specie e latitudine, sembrano aver scoperto solo ora.

Luisa Stifani

Per completezza dell’informazione vedi:

Diffamazione. Archiviata querela contro sitoweb l’Impronta , Inchiesta Soget: archiviata querela di diffamazione contro L’Impronta,La Soget vuole mettere il bavaglio a L’Impronta Soget: I soliti “illeciti? ”Inchiesta Soget: confermati gli abusi e i falsi della Dirigenza SogetInchiesta Soget: interrogato Mario MazzoccaInchiesta Soget: l’estate è finita, nuovi acquazzoni? Inchiesta Soget: gli impunitopoli del “potere”Inchiesta Soget: “Falso movimento”, Inchiesta Soget: notifiche irregolariInchiesta Soget: Gaetano Monaco e Domenico Ludovico si dimettonoInchiesta Soget: l’abbraccio mortale con la politica scopre il vaso di Pandora,Inchiesta Soget: chiesta l’interdizione di Monaco e LudovicoInchiesta Soget SpA: altro indagato e scoppia guerra tra Azienda e UfficialiInchiesta Soget SpA: lungo interrogatorio in Procura per un Ufficiale della Riscossione non reticente. Nuova svolta?L’Affaire Soget SpA,Affari e intrecci Soget SpA: Enti locali, politici, vip… e gli Ufficiali della Riscossione?Ufficiali Riscossione Soget SpA sottomessi e con disastri psichiciInchiesta Soget SpA : Sospiri, non riguarda mie sanzioni ‘esigibili’Inchiesta Soget SpA: rigettato ricorso contro sequestro documentiInchiesta Soget: ricorso contro provvedimento sequestro documentiSoget SpA: indagato Gaetano Monaco per truffaSOGET SpA: prassi aziendale illecita, lavoratori emarginatiSoget SpA: gravi violazioni nelle procedure esattoriali