Maltempo: temporali e piogge

La vasta area depressionaria, che da alcuni giorni insiste sull’Italia, favorira’ il transito di un nuovo impulso perturbato sulle regioni settentrionali determinando, nel corso delle prossime ore, nuove precipitazioni a prevalente carattere temporalesco, particolarmente su Lombardia e Piemonte. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle […]

La vasta area depressionaria, che da alcuni giorni insiste sull’Italia, favorira’ il transito di un nuovo impulso perturbato sulle regioni settentrionali determinando, nel corso delle prossime ore, nuove precipitazioni a prevalente carattere temporalesco, particolarmente su Lombardia e Piemonte. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticita’ e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dalla serata di oggi, domenica 6 maggio, precipitazioni sparse, a carattere di rovescio o temporale, sul Piemonte e sulla Lombardia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, frequente attivita’ elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni in atto, e’ stata valutata per la giornata di domani, lunedi’ 7 maggio, allerta gialla su gran parte dei territori di Piemonte, Lombardia e Toscana, sull’Umbria, sui bacini di Aniene, Liri, Medio Tevere e sull’Appennino di Rieti nel Lazio, sull’Abruzzo, su gran parte del Molise e della Basilicata, sull’area centrale Bradanica, sul Basso Ofanto e sul sub-Appennino Dauno in Puglia, su tutto il territorio della Sardegna. Permane inoltre l’allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell’Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale e’ in corso un continuo e attento monitoraggio.