Berlusconi riabilitato: può tornare ora in Parlamento

Silvio Berlusconi ha ottenuto dal Tribunale di sorveglianza di Milano la “riabilitazione”, quella che cancella tutti gli effetti della condanna che aveva subito nel processo sui diritti tv Mediaset e l’incandidabilità imposta dalla legge Severino. L’ex Cavaliere potrà nuovamente candidarsi alla Camera e al Senato della Repubblica ma, come sottolinea il vicedirettore dell’Huffington Post Alessandro […]

Silvio Berlusconi ha ottenuto dal Tribunale di sorveglianza di Milano la “riabilitazione”, quella che cancella tutti gli effetti della condanna che aveva subito nel processo sui diritti tv Mediaset e l’incandidabilità imposta dalla legge Severino.

L’ex Cavaliere potrà nuovamente candidarsi alla Camera e al Senato della Repubblica ma, come sottolinea il vicedirettore dell’Huffington Post Alessandro De Angelis, Berlusconi potrebbe non dovere aspettare nuove elezioni per tornare in Parlamento.

Basta infatti che si dimetta un deputato di Forza Italia eletto in un collegio uninominale: in questo modo, il seggio resterebbe vacante e verrebbero quindi indette elezioni “suppletive” per il singolo collegio. Dopo aver selezionato un collegio ‘sicuro’ nel quale candidarsi, a Berlusconi servirebbero solo poche settimane per tornare a guidare Forza Italia dall’interno del Parlamento.