Perdonanza di Celestino V: la dichiarazione del Cardinale Petrocchi in occasione del riconoscimento Unesco

”La Chiesa e la Città di L’Aquila esultano, unanimi, per questo prestigioso riconoscimento dell’Unesco, che rende la Perdonanza patrimonio immateriale dell’umanità. La formidabile intuizione di Celestino V, che ha generato questa celebrazione religiosa e civile, ha un significato universale: cioè, vale per tutti e per ciascuno. Il tema del perdono non ha solo una portata […]

”La Chiesa e la Città di L’Aquila esultano, unanimi, per questo prestigioso riconoscimento dell’Unesco, che rende la Perdonanza patrimonio immateriale dell’umanità.

La formidabile intuizione di Celestino V, che ha generato questa celebrazione religiosa e civile, ha un significato universale: cioè, vale per tutti e per ciascuno. Il tema del perdono non ha solo una portata spirituale, ma anche culturale e sociale. Il perdono è una chiave necessaria per aprire la porta della pace: a livello comunitario e personale.
La gioiosa notizia, lungamente attesa, che ci ha raggiunto, rappresenta , perciò, una spinta ulteriore ad approfondire e dilatare l’impegno del perdono, per testimoniare che solo l’amore, capace di oltrepassare la trincea del rancore e della contrapposizione, può vincere la logica del conflitto , spalanca ndo orizzonti di dialogo costruttivo e di intese convergenti , ricche di verità e di bene : aperte a Dio e, proprio per questo, degne dell’uomo“. Queste le parole dell’Arcivescovo dell’Aquila, Cardinale Giuseppe Petrocchi, appena ha appreso la notizia da parte dell’Unesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.