MAXXI. Pezzopane (Pd): “Lo abbiamo sognato,voluto,finanziato. Dentro progetto ambizioso per rinascita L’Aquila”

“Il MAXXI a L’Aquila. Lo abbiamo sognato, immaginato, voluto, sostenuto, finanziato in un momento terribile per la nostra comunità; era il 2009 e il sisma aveva stracciato la nostra terra, le nostre anime, seminando sgomento, morte e distruzione. Sognare e progettare la bellezza era rifugio dal dolore di quei giorni orribili e un trampolino per […]

“Il MAXXI a L’Aquila. Lo abbiamo sognato, immaginato, voluto, sostenuto, finanziato in un momento terribile per la nostra comunità; era il 2009 e il sisma aveva stracciato la nostra terra, le nostre anime, seminando sgomento, morte e distruzione. Sognare e progettare la bellezza era rifugio dal dolore di quei giorni orribili e un trampolino per il futuro del territorio, un futuro coerente con la storia di una città di cultura. Da quel dolore ed immaginazione ragionammo su diversi ed importanti progetti tra cui il MAXXI. Oggi quel sogno è realtà e ne siamo orgogliosi, grati. La sede del Museo delle Arti e dell’Architettura sarà inaugurato, nella città capoluogo d’Abruzzo, il 31 marzo e aperta al pubblico il 21 giugno. La notizia era attesa, e il rientro al Dicastero Cultura del Ministro Franceschini è stato decisivo. Il MAXXI come laboratorio creativo, aperto alle idee, alla ricerca, agli stimoli, alla creatività e alla sensibilità degli artisti. Oggi, il MAXXI che si avvia ad aprire la sede aquilana, compie dieci anni. Un decennio dai numeri importanti: la collezione passata da 235 a 531 opere con 14 allestimenti, 106 mostre, oltre 3,3 milioni di visitatori, incassi da biglietteria per 12,7 milioni, con un aumento del 14% nel 2019, 15mila abbonamenti. Un’idea forte e lungimirante che ha dato vita ad un’importante istituzione culturale. Fu il ministro, Dario Franceschini, nel settembre 2019, a ripristinare al museo i fondi che il governo precedente aveva tagliato. Progetti, battaglie ed emendamenti fruttuosi. Un grande investimento sull’arte contemporanea, sulla creatività, sulle proposte nuove che sfidano i tempi. Nel milleproroghe è anche previsto un aumento di fondi per il 2020 destinati all’acquisizione delle opere. Inoltre il Museo nazionale Dell’Aquila diventa Museo autonomo con il maxi direttore per la cui nomina è stato attivato il bando internazionale. L’Italia è Paese d’arte e bellezza, essenziale è quindi l’investimento di energie e risorse. L’Aquila è città d’arte, cultura, rinascita; la pensammo come sede naturale del nuovo MAXXI. Ed avevamo ragione. Abbiamo pensato al futuro Dell’Aquila quando abbiamo voluto il GSSI, il MAXXI, Restart, i festival del Jazz, il sostegno ai festival della Partecipazione e della Montagna,l’ideazione de I cantieri dell’immaginario, il festival Incontri e tanto altro. Un pensiero forte dietro questi grandi progetti, di apertura al mondo e di rafforzamento delle infrastrutture culturali” Così ha dichiarato, con soddisfazione, la Deputata Stefania Pezzopane che con il Sindaco Cialente e l’allora Vicepresidente Regione Giovanni Lolli, in raccordo con il Ministro Dario Franceschini e la Presidente Giovanna Melandri ha fortemente voluto questa nuova iniziativa per L’Aquila.