Coronavirus. Abruzzo, Marsilio: “Gravi ripercussioni per economia”

Sono gravi le ripercussioni economiche su tutta l’Italia e l’Abruzzo naturalmente non si sottrae a questo flagello. Per questo e’ importante gestire le cose con la dovuta fermezza ma anche con una certa serenita’ perche’ l’immagine di un Paese allo sbando o di citta’ ridotte a lazzaretti allontanerebbe per mesi il turismo, l’economia, le attivita’”. […]

Sono gravi le ripercussioni economiche su tutta l’Italia e l’Abruzzo naturalmente non si sottrae a questo flagello. Per questo e’ importante gestire le cose con la dovuta fermezza ma anche con una certa serenita’ perche’ l’immagine di un Paese allo sbando o di citta’ ridotte a lazzaretti allontanerebbe per mesi il turismo, l’economia, le attivita’”. A dirlo il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, al termine del tavolo convocato nella sede della Regione di Piazza Unione a Pescara cui hanno partecipato i vertici Asl, Protezione Civile, i Prefetti delle quattro province, i consiglieri regionali, deputati e senatori abruzzesi, il Comitato ristretto dei sindaci e l’assessore regionale alla Sanita’ Nicoletta Veri’. “Gia’ sono molte le attivita’ che si stanno procrastinando nel tempo o rinviando- aggiunge- Chiunque puo’ sta rinviando le occasioni di presenza in Abruzzo e o di partecipazione e organizzazione degli eventi e questo creera’ per alcuni mesi una prima fase di stallo. Per questo ho fatto appello anche ai parlamentari presenti oggi: dopo il primo decreto legge che riguarda la parte sanitaria, ci saranno adesso decreti che riguardano le misure economiche e di sostegno all’economia che saranno altrettanto importanti”.