Coronavirus. Conte: “Chiudiamo tutto tranne i servizi essenziali”

Scatta il ‘blocco totale’ degli esercizi al dettaglio e delle imprese di servizio su tutto il territorio nazionale, con esclusione dei servizi e dei beni di prima necessita’. Lo annuncia il premier Giuseppe Conte nel corso di una diretta tv. “Solo pochi giorni fa vi ho chiesto di rispettare misure che rappresentavano un primo passo, […]

Scatta il ‘blocco totale’ degli esercizi al dettaglio e delle imprese di servizio su tutto il territorio nazionale, con esclusione dei servizi e dei beni di prima necessita’. Lo annuncia il premier Giuseppe Conte nel corso di una diretta tv. “Solo pochi giorni fa vi ho chiesto di rispettare misure che rappresentavano un primo passo, che ero consapevole non sarebbe stato l’ultimo. Ora, questo e’ il momento di compiere un passo in piu’. L’Italia rimarra’ sempre una zona unica. Ma ora disponiamo anche la chiusura di tutte le attivita’ commerciali di vendita al dettaglio a eccezione dei negozi di beni di prima necessita’, delle farmacie e delle parafarmacie. Chiudiamo negozi, bar, pub, ristoranti. Chiudono parrucchieri, centri estetici e servizi di mensa. Per le attivita’ produttive va incentivato il piu’ possibile il lavoro agile, incentivate le ferie e i permessi. Le fabbriche potranno continuare a svolgere attivita’ produttive a condizione che assumano protocolli di sicurezza che evitino il contagio. Resta garantito lo svolgimento dei servizi pubblici essenziali, tra cui i trasporti”.

“Per avere un riscontro effettivo di queste misure dovremo attendere un paio di settimane. Se i numeri dovessero continuare a crescere, cosa nient’affatto improbabile, non significa che dovremo affrettarci a nuove misure. Non dobbiamo fare una corsa cieca verso il baratro. Dobbiamo essere lucidi, responsabili, misurati”. Cosi’ ha concluso il premier Giuseppe Conte.