Coronavirus. Abruzzo, Marsilio: “Contagi crescono e cresceranno”

“State a casa. Piu’ passano i giorni piu’ si comprende la serieta’ e la gravita’ della situazione. Se qualcuno fino a un po’ di giorni fa poteva ancora pensare di prendere con leggerezza o considerare esagerazione le misure imposte dalle autorita’, i dati e i numeri, nonostante siano giorni che stiamo bloccando l’Italia, dimostrano che […]

“State a casa. Piu’ passano i giorni piu’ si comprende la serieta’ e la gravita’ della situazione. Se qualcuno fino a un po’ di giorni fa poteva ancora pensare di prendere con leggerezza o considerare esagerazione le misure imposte dalle autorita’, i dati e i numeri, nonostante siano giorni che stiamo bloccando l’Italia, dimostrano che la curva dei contagi cresce ancora e crescera’ nei prossimi giorni”. Cosi’ il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, nel corso della conferenza stampa appena conclusasi nella Sala Consiliare del Comune di Pescara. Il governatore ha ricordato che ormai scarseggiano i ventilatori negli ospedali abruzzesi. “Non lo voglio dire con tono da uccello del malaugurio- ha spiegato- ma e’ bene che la gente sappia la verita’. Se queste misure non saranno rispettate- ha sottolineato- avremo non solo le gia’ evidenti conseguenze sanitarie, ma inevitabilmente le autorita’ saranno costrette ad assumere ulteriori misure restrittive della mobilita’ personale, dei movimenti e per l’economia, aggravando una situazione gia’ difficile. Siamo gia’ in piena emergenza oltre che sanitaria, economia e occupazionale. Siamo pervasi dall’angoscia di quello che sara’ il nostro futuro al termine di questo fermo”.