Coronavirus. Guerra: “C’e’ un serbatoio di positivi asintomatici, livello di allarme massimo””

“Non siamo ancora in una diminuzione netta, ma c’e’ un rallentamento nella velocita’ di trasmissione. C’e’ un serbatoio di positivi asintomatici, pensare di aprire in questa condizione e’ abbastanza difficile prevederlo. Sara’ importante effettuare test a campione per capire quale e’ stata la distribuzione del contagio, comprendendo gli asintomatici e chi non e’ stato sottoposto […]

“Non siamo ancora in una diminuzione netta, ma c’e’ un rallentamento nella velocita’ di trasmissione. C’e’ un serbatoio di positivi asintomatici, pensare di aprire in questa condizione e’ abbastanza difficile prevederlo. Sara’ importante effettuare test a campione per capire quale e’ stata la distribuzione del contagio, comprendendo gli asintomatici e chi non e’ stato sottoposto a diagnosi. Si puo’ predisporre una valutazione del rischio per eta’, per tipo di lavoro, area geografica, sempre con un occhio a una riduzione marcata della curva che ancora non c’e.
Non credo che il governo voglia procedere alla riapertura senza tenere in considerazione un rischio che al momento e’ ancora molto alta.In alcune zone del Pianeta stiamo vedendo la luce, in altre zone a noi vicine no. E’ quindi possibile interscambiare il contagio, quindi livello di allarme massimo”. Lo dice Ranieri Guerra, direttore generale aggiunto dell’Oms, in conferenza sul coronavirus.