Coronavirus. Brusaferro (ISS): “Segnali positivi ma non illudiamoci. Decessi avvengono da 2 a 5 settimane da contagio”

“La curva dei contagi ci mostra chiaramente una situazione di decrescita. È un segnale positivo che pero’, come ci siamo sempre detti, non deve farci abbassare la guardia. I segnali positivi che stiamo vedendo in questi giorni non devono farci abbassare la guardia. Questo vuol dire che le azioni intraprese sono importanti, ma questo non […]

“La curva dei contagi ci mostra chiaramente una situazione di decrescita. È un segnale positivo che pero’, come ci siamo sempre detti, non deve farci abbassare la guardia. I segnali positivi che stiamo vedendo in questi giorni non devono farci abbassare la guardia. Questo vuol dire che le azioni intraprese sono importanti, ma questo non deve illuderci che la situazione si risolva”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto superiore di Sanita’, Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa odierna sull’aggiornamento dell’andamento epidemiologico del Covid-19. “Dobbiamo essere consapevoli che queste misure di distanziamento e di igiene personale sono assolutamente essenziali- ha proseguito- se vogliamo fare in modo che, una volta discesa, la curva questa possa continuare a mantenersi sotto la famosa soglia di R0 uguale a 1. Le morti avvengono dalle 2 alle 5 settimane dal contagio e questo significa che c’e’ un trascinamento molto lungo. Questa e’ anche una delle ragioni per cui continuiamo a vedere un numero di decessi importante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.