Coronavirus. INPS: “Dal 15 aprile erogazioni a 8 mln lavoratori”

“In relazione alle indennita’ di 600 euro erogate a favore dei professionisti iscritti alle Casse previdenziali private, si precisa che l’INPS non ha nulla a che vedere con le competenze delle Casse private dei professionisti, alle quali il Governo ha assegnato 200 milioni per la gestione delle indennita’, che esse gestiscono in maniera completamente autonoma”. […]

“In relazione alle indennita’ di 600 euro erogate a favore dei professionisti iscritti alle Casse previdenziali private, si precisa che l’INPS non ha nulla a che vedere con le competenze delle Casse private dei professionisti, alle quali il Governo ha assegnato 200 milioni per la gestione delle indennita’, che esse gestiscono in maniera completamente autonoma”. Lo precisa una nota dell’Inps, che spiega: “Si tratta di una indennita’ regolata da specifiche norme di legge e affidata alla competenza delle Casse private di previdenza e non all’Istituto. Dal canto suo, l’Istituto sta continuando a lavorare con costanza e assiduita’ per dare risposta a oltre 8 milioni fra lavoratori dipendenti e autonomi, verso i quali ribadisce il proprio impegno a erogare le prestazioni a partire dal prossimo 15 aprile”.