Regeni. Minnena, libro su Egitto tra rivoluzione e repressione

Domenica 17 maggio alle 18.30 sulla pagina Facebook di Libreria Griot, sara’ presentato il libro ‘Minnena. L’Egitto, l’Europa e la ricerca dopo l’assassinio di Giulio Regeni’, curato da Lorenzo Casini, Daniela Melfa e Paul Starkey, pubblicato da Mesogea. Partecipano il curatore Lorenzo Casini, gli autori Maria Elena Paniconi e Gianni del Panta, e il docente […]

Domenica 17 maggio alle 18.30 sulla pagina Facebook di Libreria Griot, sara’ presentato il libro ‘Minnena. L’Egitto, l’Europa e la ricerca dopo l’assassinio di Giulio Regeni’, curato da Lorenzo Casini, Daniela Melfa e Paul Starkey, pubblicato da Mesogea. Partecipano il curatore Lorenzo Casini, gli autori Maria Elena Paniconi e Gianni del Panta, e il docente di Storia e istituzioni dei Paesi islamici all’Universita’ Roma Tre Gennaro Gervasio. Modera la giornalista Laura Cappon. Come spiegano gli organizzatori, in dialetto egiziano “minnena” significa “parte di noi” ma anche “da parte nostra”. E da’ il titolo al volume che raccoglie gli scritti di una comunita’ di studiosi che negli anni hanno scelto di indirizzare la loro analisi alla societa’, alla politica e alla letteratura egiziana. Contributi che raccontano l’effervescenza rivoluzionaria del Paese e la sua immediata repressione, ma anche i suoi rapporti con l’Europa, e in particolare con l’Italia, all’indomani dell’uccisione di Giulio Regeni. ‘Minnena’ propone un’analisi approfondita e di ampio respiro, in un momento storico in cui la politica estera italiana non offre spunti di chiarezza e comprensione. Gli autori degli scritti – Gilbert Achcar, Elisabetta Brighi, Mariavita Cambria, Lorenzo Casini, Francesco De Lellis, Gianni Del Panta, Daniela Melfa, Maria Elena Paniconi, Teresa Pepe, Paul Starkey – non mettono in campo il loro esclusivo punto di vista scientifico, ma anche quello piu’ umanamente emotivo, dato dal forte senso di empatia con le sofferenze e le speranze di chi oggi vive in Egitto. Tali speranze adesso si concentrano sulla storia del ricercatore egiziano Patrick Zaki, arrestato il 7 febbraio all’arrivo da Bologna nel suo paese natale e la cui sorte rischia di essere quella di molti attivisti, artisti, giornalisti morti per mano del regime di Al-Sisi. La Libreria Griot e’ sita a Roma, in Via di Santa Cecilia 1/A.