Turchia: Erdogan bombarda i rifugiati in Kurdistan

“La Turchia sta attaccando il Kurdistan, gli aerei da guerra turchi stanno bombardando il Kurdistan”: a denunciarlo il Centro curdo per i diritti umani, secondo il quale tra i luoghi attaccati dalle forze armate di Ankara ci sarebbe anche il campo rifugiati di Makhmour, istituito dalle Nazioni Unite nel 1998 e abitato da circa 15000 […]

“La Turchia sta attaccando il Kurdistan, gli aerei da guerra turchi stanno bombardando il Kurdistan”: a denunciarlo il Centro curdo per i diritti umani, secondo il quale tra i luoghi attaccati dalle forze armate di Ankara ci sarebbe anche il campo rifugiati di Makhmour, istituito dalle Nazioni Unite nel 1998 e abitato da circa 15000 persone. Il governo del presidente Recep Tayyip Erdogan avrebbe bombardato il campo nonostante “la protezione dell’Onu”. Il gruppo di attivisti riferisce di bombardamenti in almeno 81 localita’ della regione del Kurdistan con “60 aerei da guerra”. Per il Centro i media turchi hanno cercato di legittimare gli attacchi, affermando che si trattavano di operazioni contro i “terroristi”. I bombardamenti di oggi farebbero parte di un piano “precedentemente elaborato”: secondo quanto riferito dagli attivisti il capo dell’intelligence turca, Hakan Fidan, avrebbe visitato segretamente l’Iraq l’11 giugno per discutere dell’attacco sia con il governo federale sia con il governo regionale del Kurdistan. Entrambi gli esecutivi non si sono ancora pronunciati sull’attacco.