Brexit. Al via campagna informativa per britannici in Italia

Il governo della Gran Bretagna ha lanciato una campagna informativa per i propri cittadini residenti in Europa, in vista dell’uscita definitiva del Paese dall’Unione europea, prevista per il prossimo 31 dicembre. In una nota dell’Ambasciata britannica a Roma si ricorda che i cittadini residenti in Europa sono circa un milione e che Londra ha stanziato […]

Il governo della Gran Bretagna ha lanciato una campagna informativa per i propri cittadini residenti in Europa, in vista dell’uscita definitiva del Paese dall’Unione europea, prevista per il prossimo 31 dicembre. In una nota dell’Ambasciata britannica a Roma si ricorda che i cittadini residenti in Europa sono circa un milione e che Londra ha stanziato 3 milioni di sterline (circa 3 milioni di euro) per sostenere economicamente coloro che dovranno completare le pratiche per la residenza o altri obblighi burocratici derivanti dal non essere piu’ cittadini comunitari. Tale campagna tiene ovviamente conto anche dei cittadini residenti in Italia, i quali riceveranno informazioni sulle azioni specifiche da intraprendere per mantenere i propri diritti e l’accesso ai servizi nel nostro Paese, inclusa la residenza, l’assistenza sanitaria, la validita’ della patente di guida e del passaporto. Stando al comunicato, la campagna utilizzera’ piu’ canali – tra cui Facebook (https://www.facebook.com/ukinitaly/), i media e la pubblicita’ sulla stampa italiana – al fine di esortare le persone ad assumere le misure necessarie per proteggere i propri diritti, e poter quindi continuare a risiedere, lavorare e viaggiare in Europa anche dopo il termine del periodo di transizione.

Anche l’Ambasciata britannica in Italia sta offrendo servizi e consulenze ai cittadini residenti, attraverso riunioni informative, newsletter, videomessaggi, sessioni di domande e risposte con l’Ambasciatrice e i funzionari del Consolato, anche in diretta su Facebook. Jill Morris, l’ambasciatrice del Regno Unito in Italia, ha dichiarato: “La protezione dei diritti dei nostri cittadini e’ una priorita’ assoluta. Per questo sitamo fornendo consulenze: intendiamo assicurarci che tutti abbiano le informazioni di cui hanno bisogno”. Morris ha quindi esortato i britannici residenti in Italia a visitare il sito web ‘Living in Guides’ (https://www.gov.uk/guidance/living-in-italy), “dove potranno conoscere le azioni da intraprendere nonche’ ottenere le informazioni necessarie su residenza, assistenza sanitaria, passaporti e patenti di guida in Italia.” Il governo del Regno Unito ha inoltre annunciato un fondo di 3 milioni di sterline per fornire supporto pratico a quei cittadini che potrebbero avere difficolta’ a completare le domande di residenza o di registrazione, tra cui ad esempio malati, disabili o anziani. La nota conclude informando che dal 2017, la rete diplomatico-consolare britannica nell’Ue ha organizzato 775 eventi per informare i propri cittadini, raggiungendo circa 410.000 persone.