Coronavirus Abruzzo, chiusura preventiva Amadori di Controguerra

L’Amadori di Controguerra restera’ chiusa fino a quando non saranno fatti tutti i tamponi. E’ l’Avi.Coop a comunicarlo dopo aver riscontrato 8 casi di positivita’ sui colleghi della dipendente trovata positiva al Coronavirus. “Sin dalla notifica del primo caso- spiega l’azienda- e’ stata immediatamente attivata la collaborazione con la Asl per tracciare i contatti del […]

L’Amadori di Controguerra restera’ chiusa fino a quando non saranno fatti tutti i tamponi. E’ l’Avi.Coop a comunicarlo dopo aver riscontrato 8 casi di positivita’ sui colleghi della dipendente trovata positiva al Coronavirus. “Sin dalla notifica del primo caso- spiega l’azienda- e’ stata immediatamente attivata la collaborazione con la Asl per tracciare i contatti del turno cui appartiene la dipendente”. Sono stati 50 i tamponi effettuati. “A fronte di questo primo screening- prosegue la nota dell’Avi.Coop-, l’azienda ha deciso di chiudere precauzionalmente sin da oggi l’intero stabilimento fino al completamento dei test sull’intera popolazione di dipendenti e collaboratori. Il sito produttivo e’ stato sottoposto a sanificazione straordinaria: questo tipo di intervento e’ una prassi sin dall’avvio dell’emergenza Covid, e viene effettuato alla fine di ogni giornata di lavoro, in tutti gli stabilimenti appartenenti alla filiera Amadori. La chiusura preventiva del sito di Controguerra e’ una conferma dell’atteggiamento di massima cautela e dello spirito di estrema attenzione dimostrata dall’azienda in questi mesi nei confronti della salute e della sicurezza dei propri lavoratori- si legge ancora- Ne e’ conferma come, su quasi 2.000 test effettuati nelle scorse settimane sui dipendenti di Avi.Coop in Emilia Romagna, siano stati riscontrati solo due casi di positivita’, senza sintomi. Il Servizio Sanitario dell’Emilia Romagna inoltre, a seguito di verifiche epidemiologiche effettuate, ha certificato che il contagio di questi due casi si e’ verificato all’esterno dell’azienda”.