Maltempo: in arrivo piogge e temporali

Nel corso della prossima notte, un sistema perturbato di origine atlantica tendera’ ad avvicinarsi alle regioni settentrionali dell’Italia, determinando un graduale peggioramento delle condizioni meteorologiche che si protrarra’ per piu’ giorni, con rovesci e temporali anche di forte intensita’, specie a ridosso di tutti i settori alpini. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della […]

Nel corso della prossima notte, un sistema perturbato di origine atlantica tendera’ ad avvicinarsi alle regioni settentrionali dell’Italia, determinando un graduale peggioramento delle condizioni meteorologiche che si protrarra’ per piu’ giorni, con rovesci e temporali anche di forte intensita’, specie a ridosso di tutti i settori alpini. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticita’ e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dalle prime ore di domani, venerdi’ 28 agosto, precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, Lombardia, Veneto, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, frequente attivita’ elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto e’ stata valutata per la giornata di domani, venerdi’ 28 agosto, allerta arancione sulla Provincia Autonoma di Bolzano e su gran parte della Lombardia. Valutata, inoltre, allerta gialla in Veneto, in Friuli Venezia Giulia, nella Provincia Autonoma di Trento, nella Provincia Autonoma di Bolzano, sui settori settentrionali del Piemonte e sul restante territorio della Lombardia.