Mose. Albergatori Veneziani: “Una gioia per tutta la città”

La prova del funzionamento del Mose con l’alta marea ha dato ottimi risultati. Alle 11.30, momento di punta massima, c’era una notevole differenza tra il livello dell’acqua del mare e quello della laguna. Colpiscono anche le immagini di piazza San Marco praticamente asciutta. L’Associazione veneziana albergatori condivide la gioia e la commozione di tutti i […]

La prova del funzionamento del Mose con l’alta marea ha dato ottimi risultati. Alle 11.30, momento di punta massima, c’era una notevole differenza tra il livello dell’acqua del mare e quello della laguna. Colpiscono anche le immagini di piazza San Marco praticamente asciutta. L’Associazione veneziana albergatori condivide la gioia e la commozione di tutti i veneziani in questo atteso momento e la speranza di chi vive e lavora in citta’. “È una giornata storica per Venezia. Il Mose e’ stato attivato e ha funzionato, proteggendo la citta’ dal picco della marea. Si tratta di una notizia storica che aspettavamo da anni e che ora va comunicata in tutto il mondo”, commentano in una nota il presidente dell’Associazione veneziana albergatori, Vittorio Bonacini, e il direttore Claudio Scarpa. “Se e’ vero, come e’ vero, che la prova ha dato esiti soddisfacenti- aggiungono-, e’ solo sul lungo periodo che si valutano le grandi opere infrastrutturali. La prossima grande battaglia sara’ sul costante finanziamento degli oneri manutentivi del Mose che non devono e non possono essere a carico della citta’ di Venezia”. Poco dopo le 9.30 le paratoie si erano gia’ alzate. Alle 10 la differenza dei livelli dell’acqua tra la laguna e il mare era evidente e il picco delle 11.30-12 non ha comportato disagi in citta’. L’Ava dara’ indicazione agli hotel della citta’ di informare tutti i loro clienti di questa svolta epocale e ripartira’ con la sua campagna informativa nei confronti della stampa estera e dei visitatori di tutto il mondo, con l’obiettivo di cancellare per sempre i timori dei turisti, molti dei quali in questi giorni hanno cancellato, per paura, le loro prenotazioni. “Oggi Venezia rinasce ed e’ il piu’ bel regalo per i 1.600 anni dalla sua nascita- concludono Bonacini e Scarpa-. Un motivo in piu’ per celebrare l’evento il prossimo anno e per lavorare, insieme alle istituzioni, al rilancio della nostra economia turistica”.