Coronavirus, bozza dpcm: “Dopo le 21 divieto di assembramento in vie e piazze”

L’articolo 2-bis della bozza di dpcm prevede: “I sindaci dispongono la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilita’ di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”. Cosi’ la bozza di dpcm che […]

L’articolo 2-bis della bozza di dpcm prevede: “I sindaci dispongono la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilita’ di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”. Cosi’ la bozza di dpcm che sta circolando. Non si tratta del testo definitivo, in questi minuti alla firma del presidente del consiglio Giuseppe Conte.