Coronavirus. Sileri: “Lockdown mirati su aree fuori controllo”

“Laddove ci sono recrudescenze del virus molto repentine e fuori controllo e che non siamo piu’ capaci di controllare, allora e’ bene fermarsi, pensare a chiusure mirate e chirurgiche, agire subito. Bisogna anche guardare all’impatto del virus sul territorio: se hai mille focolai sulla stessa area e repentinamente aumentano del 50%, e’ possibile che il […]

“Laddove ci sono recrudescenze del virus molto repentine e fuori controllo e che non siamo piu’ capaci di controllare, allora e’ bene fermarsi, pensare a chiusure mirate e chirurgiche, agire subito. Bisogna anche guardare all’impatto del virus sul territorio: se hai mille focolai sulla stessa area e repentinamente aumentano del 50%, e’ possibile che il sistema di tracciamento non regga. Puo’ servire far scattare un lockdown circoscritto per fare un lavoro adeguato di controllo dei focolai. Azzerare l’avanzata del virus e’ impossibile ma limitare la crescita dei focolai lo e'”. Lo ha dichiarato il viceministro Pierpaolo Sileri, ospite a ‘Tagada” su La7, rispondendo all’allarme lanciato dalla Lombardia sulla incapacita’ di proseguire correttamente il tracciamento a fronte dell’alto numero di nuovi positivi.