Coronavirus. Screening in provincia L’Aquila, 12 positivi su 1.720 tamponi

Sono stati individuati 12 positivi su 1.720 tamponi effettuati nel primo giorno di screening che si e’ svolto oggi nella provincia de L’Aquila. Nello specifico, nei Comuni che sono interessati da questa prima fase di controlli questi i dati emersi: Balsorano tamponi 151 positivi 1; Cerchio t 40, p3; Magliano dei Marsi t 210, p […]

Sono stati individuati 12 positivi su 1.720 tamponi effettuati nel primo giorno di screening che si e’ svolto oggi nella provincia de L’Aquila. Nello specifico, nei Comuni che sono interessati da questa prima fase di controlli questi i dati emersi: Balsorano tamponi 151 positivi 1; Cerchio t 40, p3; Magliano dei Marsi t 210, p 2; Montereale t 344, p 1; Ortucchio t 190, p 2; Pescocostanzo t 55, p 0; Rocca Pia t 70, p 0; San Vincenzo Valle Roveto t 50, p 0; Scoppito t 250 p0; Tione t 100 p 0; Trasacco t 260 p 3. Per la giornata di domani sono pronti a partire i comuni di Bisegna, Carapelle Calvisio, Castelvecchio Calvisio, Gioia dei Marsi, Prezza e San Benedetto dei Marsi. Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, si e’ recato, questo pomeriggio, nei punti destinati allo screening di Trasacco, Rocca Pia e Castel di Sangro per rendersi conto direttamente di come proceda la macchina organizzativa e delle attivita’ legate all’esecuzione di questi test rapidi. “La Regione Abruzzo – ha dichiarato – dopo la Provincia Autonoma di Bolzano, e’ la prima in Italia a dare il via a questo screening di massa partendo dalla provincia aquilana, che e’ quella piu’ colpita. L’intento e’ quello di arrivare a spalmare questa attivita’ su tutte le province. Invito tutti i cittadini – ha sottolineato il presidente – ad aderire a questa ricerca, volontaria e gratuita, che, nel giro di un quarto d’ora, attraverso un tampone antigenico, consente di ottenere un risultato, ad oggi sufficientemente attendibile. In questo modo, – ha aggiunto – potremo intercettare tutti i positivi asintomatici, che sono quelli piu’ difficili da trovare, e mettere in sicurezza il territorio. La Regione Abruzzo, a differenza della Provincia Autonoma di Bolzano, – ha concluso Marsilio – a tutti coloro che dovessero risultare positivi, oltre a metterli in isolamento, li fara’ sottoporre a tampone molecolare per dare ulteriore validita’ scientifica a questo screening”.