Coronavirus: vaccinazioni dal 27 dicembre

Una lettera al ministro della Salute, Roberto Speranza, per sostenere la decisione di partire, previo ok delle agenzie del farmaco, gia’ il 27 dicembre prossimo con le prime vaccinazioni anti-Covid al personale sanitario. E per rinnovare, ancora una volta, la piena disponibilita’ dei medici e degli odontoiatri a somministrare i vaccini, nelle strutture pubbliche e […]

Una lettera al ministro della Salute, Roberto Speranza, per sostenere la decisione di partire, previo ok delle agenzie del farmaco, gia’ il 27 dicembre prossimo con le prime vaccinazioni anti-Covid al personale sanitario. E per rinnovare, ancora una volta, la piena disponibilita’ dei medici e degli odontoiatri a somministrare i vaccini, nelle strutture pubbliche e private. A scriverla, il presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici chirurghi e Odontoiatri, Filippo Anelli. “Non possiamo che apprezzare una decisione che ci si augura possa concretizzarsi in tempi cosi’ ravvicinati e che consentira’, per step, a tutta la nostra comunita’ sociale di proteggersi dal virus, cominciando dai soggetti legittimati alla attivita’ di assistenza sanitaria che costituiscono preziosa risorsa professionale contro la diffusione del contagio- scrive Anelli al Ministro- Al momento sembra, quindi, opportuno ribadire la piena disponibilita’ della Professione medica e odontoiatrica, in ambito pubblico come in ambito privato, per procedere alla somministrazione dei vaccini”. “Gli studi medici e odontoiatrici, diffusi su tutto il territorio nazionale sono aperti e pronti a costituire ulteriore punto di somministrazione del vaccino andando cosi’ a implementare le sedi gia’ individuate- spiega- Non sembra necessario ripetere quanto piu’ volte espresso in questi difficili mesi che hanno visto tutti i medici impegnati, fino alle estreme conseguenze, in una battaglia contro questo terribile virus”, conclude il Presidente Fnomceo. In tal senso siamo a ribadire che i medici e gli odontoiatri ci sono e risponderanno come sempre con la loro professionalita’ e competenza, a tutela della salute pubblica”.