Governo Draghi giura al Quirinale

L’esecutivo del governo è nelle sue funzioni. Mario Draghi e i suoi 23 ministri hanno giurato al Quirinale dinnanzi al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Draghi e tutti i ministri hanno recitato di fronte al Capo dello Stato la seguente formula: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione e le […]

L’esecutivo del governo è nelle sue funzioni. Mario Draghi e i suoi 23 ministri hanno giurato al Quirinale dinnanzi al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Draghi e tutti i ministri hanno recitato di fronte al Capo dello Stato la seguente formula: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”.

Ecco la lista dei ministri del nuovo governo:

  • Ministero dell’Interno: Luciana Lamorgese
  • Ministero della Salute: Roberto Speranza
  • Ministero della Giustizia: Marta Cartabia
  • Ministero della Difesa: Lorenzo Guerini
  • Ministero dell’Economia e delle Finanze: Daniele Franco
  • Ministero dello Sviluppo Economico: Giancarlo Giogetti
  • Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: Luigi Di Maio
  • Ministero della Transizione ecologica : Roberto Cingolani
  • Ministero dell’Istruzione: Patrizio Bianchi
  • Ministero dell’Università e della Ricerca: Cristina Messa
  • Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali: Andrea Orlando
  • Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali: Stefano Patuanelli
  • Ministero della Pubblica amministrazione: Renato Brunetta
  • Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: Enrico Giovannini
  • Ministero della Cultura: Dario Franceschini
  • Ministero per il Sud e la Coesione sociali: Mara Carfagna
  • Ministero per le Pari Opportunità: Elena Bonetti
  • Ministero per la Disabilità e la Famiglia: Erika Stefani
  • Ministero delle Politche giovanili: Fabiana Dadone
  • Ministero del Turismo: Massimo Garavaglia
  • Ministero dell’Innovazione tecnologica: Vittorio Colao
  • Ministero per le Autonomie: Mariastella Gelmini
  • Ministero delle Riforme: Federico D’Incà
  • Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Roberto Garofoli