Spazio. Esa cerca nuova squadra di astronauti, bando dal 31 marzo

Per la prima volta dal 2009 l’Agenzia spaziale europea (Esa) cerca nuovi astronauti e nuove astronaute. La campagna di reclutamento e’ stata presentata oggi, il bando sara’ aperto dal 31 marzo al 28 maggio 2021. I requisiti? Essere cittadini di un Paese membro o associato dell’Esa, essere in possesso di laurea specialistica o titolo superiore […]

Per la prima volta dal 2009 l’Agenzia spaziale europea (Esa) cerca nuovi astronauti e nuove astronaute. La campagna di reclutamento e’ stata presentata oggi, il bando sara’ aperto dal 31 marzo al 28 maggio 2021. I requisiti? Essere cittadini di un Paese membro o associato dell’Esa, essere in possesso di laurea specialistica o titolo superiore in Scienze naturali, Medicina, Ingegneria, Matematica o Scienze informatiche, con tre anni di esperienza lavorativa dopo la laurea, oppure avere un brevetto di pilota collaudatore sperimentale. Eta’ massima 50 anni. Occorrera’ presentare un curriculum in inglese in formato Europass, una lettera motivazionale (sempre in inglese), un certificato aeromedico di idoneita’ per piloti privati, tutto tramite il sito messo online appositamente da Esa. Altre caratteristiche del candidato? Fluente conoscenza della lingua inglese, estrema flessibilita’ in termini di sede e orario di lavoro. Richiesta anche la disponibilita’ a partecipare a esperimenti di bioscienza. La nuova squadra sara’ composta da 4 a 6 astronauti o astronaute. Per la prima volta ci saranno anche delle riserve e sono ammessi candidati disabili. L’annuncio dei nomi selezionati e’ atteso per ottobre 2022. “Abbiamo astronauti stupendi, dei supereroi. Pero’ la loro selezione risale a 11 anni fa, e’ tanto tempo: il gruppo andava rinnovato. Le capacita’ e l’esperienza degli astronauti attuali deve essere trasferita alle nuove leve”, ha spiegato il prossimo direttore generale dell’Esa Joseph Aschbacher, in carica dall’1 marzo. Qualche consiglio dai veterani: “Fate la domanda- e’ l’invito di Samantha Cristoforetti, astronauta italiana del corpo Esa-. Molti non sono abbastanza fiduciosi nelle loro possibilita’, ma io direi: non importa, se avete i minimi requisiti e passione fate la domanda. Ce la potete fare”. Il collega Luca Parmitano: “All’ultimo bando hanno partecipato 8.420 persone, sogno che questa volta siano il doppio. Il consiglio e’: siate voi stessi”.