Covid. Brusaferro: “Non esiste soglia definitiva per riapertura”

“Non esiste una soglia predefinita per riaprire. Esistono pero’ degli indicatori, la percentuale delle persone vaccinate costituisce un indicatore determinante ma dobbiamo essere molto flessibili anche a fronte dell’arrivo di una nuova variante diffusiva”. A parlare di riaperture e’ Silvio Brusaferro, presidente dell’Iss, a margine della conferenza stampa della cabina di regia Iss-ministero. “La copertura […]

“Non esiste una soglia predefinita per riaprire. Esistono pero’ degli indicatori, la percentuale delle persone vaccinate costituisce un indicatore determinante ma dobbiamo essere molto flessibili anche a fronte dell’arrivo di una nuova variante diffusiva”. A parlare di riaperture e’ Silvio Brusaferro, presidente dell’Iss, a margine della conferenza stampa della cabina di regia Iss-ministero. “La copertura vaccinale e’ un elemento importante per prendere delle decisioni di riapertura. Ma – avverte Brusaferro – oggi abbiamo 3700 persone ricoverate e questo significa che la risposta al bisogno di salute e’ dilazionata e questo accade gia’ alla soglia del 30%. Non puoi dilazionare all’infinito e questo dato deve ancora scendere, cosi’ come il dato dell’incidenza, che e’ ancora a 200 casi per 100mila abitanti. Dobbiamo rafforzare la capacita’ di tracciamento, che avviene con un Rt e un incidenza che scendono, per parlare di riaperture. C’e’ la prospettiva della riapertura ma non dobbiamo spazientirci, accelerando troppo, come invece sta avvenendo in altri Paesi”.