Vaccino Abruzzo, Marsilio: “Da giovani c’è rischio rilassamento”

Se dai giovani è arrivato un “ottimo segnale” vista la risposta data dai maturandi alla campagna vaccinale, “c’è un rischio rilassamento che sarebbe un errore”. Così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, a margine della conferenza stampa di presentazione dei Giochi del Mare che si terranno a Vasto da domani all’8 giugno tenutasi a […]

Se dai giovani è arrivato un “ottimo segnale” vista la risposta data dai maturandi alla campagna vaccinale, “c’è un rischio rilassamento che sarebbe un errore”. Così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, a margine della conferenza stampa di presentazione dei Giochi del Mare che si terranno a Vasto da domani all’8 giugno tenutasi a Pescara, sul prosieguo della campagna vaccinale che da oggi apre a tutti coloro che hanno dai 12 anni in su. Quel rischio rilassamento, dunque, è riferito proprio ai giovanissimi che, ha detto Marsilio “potrebbero pensare di essere meno a rischio e non ritenere di doversi vaccinare, visto che i contagi ora sono pochi, siamo in prossimità della zona bianca e che i fragili sono stati già messi al sicuro. Il fatto che i giovani, a cominciare dai maturandi, abbiano risposto massicciamente – ha ribadito – è però un ottimo segnale. Vuol dire che c’è un’ottima cultura della prevenzione e della salute pubblica che fa ben sperare”. Sull’andamento della campagna vaccinale ha quindi ribadito che tra Ferragosto e la fine del mese di agosto si potrà raggiungere l’immunità di gregge in Abruzzo, ma perché ciò avvenga, è tornato a chiedere al Governo e in particolare al Commissario Figliuolo, di garantire “una fornitura regolare. Purtroppo- ha sottolineato- anche negli ultimi tempi qualche giorno di attesa o ritardo ha comportato qualche slittamento per i richiami e problemi in alcuni centri vaccinali. D’altra parte se prima del rifornimento arriviamo al 95-97% di dosi somministrate vuol dire che abbiamo davvero due giorni di autonomia rispetto ai rifornimenti. Nei nostri magazzini – ha concluso -non ci sono scorte a marcire”.