Giovani Imprenditori in missione a Londra per avviare un nuovo export con il mercato inglese

 Una delegazione di 15 imprenditori locali guidati da Giuseppe Ranalli, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Chieti nonché Vicepresidente G.I. Abruzzo, è in missione a Londra ieri e oggi (24 e 25 marzo) per avviare un confronto con la realtà economica e produttiva inglese. Il programma del viaggio prevede l’incontro con il Presidente della Camera […]

 Una delegazione di 15 imprenditori locali guidati da Giuseppe Ranalli, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Chieti nonché Vicepresidente G.I. Abruzzo, è in missione a Londra ieri e oggi (24 e 25 marzo) per avviare un confronto con la realtà economica e produttiva inglese.

Il programma del viaggio prevede l’incontro con il Presidente della Camera di Commercio Italiana a Londra, dott. Leonardo Simonelli, e del Vice Presidente con deleg all’industria, l’ing. Alberto Bertali per ragionare sulle opportunità economiche e commerciali per le nostre piccole e medie imprese con particolare vocazione all’export.

Nel pomeriggio del 24 marzo, la delegazione ha ospitato l’intervento del Direttore dell’Istituto per il Commercio Estero (ICE) del Regno Unito, dott. Fabrizio Di Clemente, originario della provincia dell’Aquila, che ha presentato ai Giovani imprenditori le opportunità e le agevolazioni, ma anche i rischi e le eventuali difficoltà riscontrate da parte di colleghi italiani nei rapporti economici e commerciali con l’imprenditoria inglese.

La giornata del 25 marzo vede il Gruppo Giovani impegnato nella visita della Borsa, il London Stock Exchange, guidata dal dott. Alessandro Violante, di Lanciano, Primary Markets della Borsa Italiana a Londra. Nel pomeriggio i giovani incontreranno i colleghi dell’Institutes of Director, un’associazione di lobby molto forte in Inghilterra per l’incidenza e l’influenza esercitata sulle scelte politiche, economiche e strategiche per il paese.

La Delegazione è composta dai rappresentanti di aziende dei più vari settori produttivi: dall’alimentare al chimico, dai servizi alle imprese alla componentistica meccanica, dai filati tessili all’impiantistica. La missione, che segue quella di Bruxelles del 2008, si inserisce a pieno titolo nell’ambito delle attività di formazione e promozione della cultura d’impresa avviate dal Gruppo Giovani di Chieti che si è distinto a livello regionale per la capacità innovativa e il dinamismo dei suoi oltre 120 iscritti.