Berlusconi adottato?

La sinistra italiana, o meglio il centro sinistra italiano si dimena come un bufalo in un pantano. Molto di più che colpi di coda dopo le elezioni regionali con il risultato che sappiamo. Sono rimasta stupita in innumerevoli occasioni televisive nel vedere nei vari commentatori politici l’imbarazzo e l’incapacità di esprimersi bloccati dal ragionevole timore […]

La sinistra italiana, o meglio il centro sinistra italiano si dimena come un bufalo in un pantano. Molto di più che colpi di coda dopo le elezioni regionali con il risultato che sappiamo. Sono rimasta stupita in innumerevoli occasioni televisive nel vedere nei vari commentatori politici l’imbarazzo e l’incapacità di esprimersi bloccati dal ragionevole timore di lasciarsi sfuggire dalle labbra “popolo bue”. Cioè quel popolo che continua a votare Berlusconi.

Qualcuno si è attardato – sempre inceppato dallo stupore – nello sciorinare tutti i consuetudinari addebiti mossi a Berlusconi instancabilmente quotidianamente in questi due anni per concludere col dire di non riuscire a capire come il popolo possa continuare a premiarlo. Il saputello e grazioso giornalista che va per la maggiore nella compagine antiberlusconiana, considerato il top dell’intelligenza, ha detto che Berlusconi non aveva affatto vinto visto che la maggior parte delle regioni sono state consegnate alla sinistra. Gli è completamente sfuggito che alla resa dei conti alla sinistra fanno capo circa 16 milioni di cittadini e alla destra circa 30 milioni.

Veramente a me spettatrice riesce incomprensibile che ancora oggi la sinistra continui a scervellarsi per trovare le ragioni di questi per loro anomali risultati elettorali. Ragioni non sanno se ideologiche o di chissà quale strana altra natura.

Ma da nessuno sento dire che il risultato elettorale che premia ancora il PdL derivi da un semplicissimo movente, quello cioè che Berlusconi è stato “adottato” dagli elettori.

Adottato in che senso? Nel senso che la gente era talmente stufa di sentire parlare del conflitto d’interessi e dell’effettiva persecuzione giudiziaria che tallona il Presidente del Consiglio giorno dopo giorno impedendogli di dedicarsi alla cosa pubblica con il massimo delle sue energie che l’ha voluto proteggere e difendere a scatola chiusa, cioè volutamente ignorandone le eventuali colpe, con l’unico strumento a sua disposizione, l’elettorato attivo.

Direi di più, forse la gente ha provato perfino rancore per tutti coloro che hanno riempito la spazio politico in questo attacco persecutorio invece di affrontare concretamente con idee chiare e proposte concrete (non demagogiche) i problemi del Paese ma sempre contestualmente alla realtà mondiale, profilo questo che a me è sempre sembrato alla sinistra non interessare affatto.

Per loro fortuna in aiuto agli antiB.. è subentrata la questione Fini che li ha distratti e li ha risollevati dallo stato di confuso torpore e dalla depressione in cui erano caduti.

Ma questa è una questione a parte.

Gloria Capuano

27/04/2010

2 risposte a “Berlusconi adottato?”

  1. TerryMoto ha detto:

    Il problema di fondo e’ che all’opposizione manca un vero leader che polarizzi i voti su un programma chiaro agli elettori.
    Esistono invece tanti “generali senza esercito” che non hanno idee tranne quella di pensare di vincere “demonizzando” l’avversario.

  2. gloria capuano ha detto:

    Terry, sono d’accordo, i motivi sono sempre più di uno, se non li cito è per non annacquare l’idea preminente che si voleva esprimere. Ciao
    Gl.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.