Goletta verde in Abruzzo

Continua il viaggio di Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente di informazione e sensibilizzazione sullo stato di salute del mare e delle coste della nostra Penisola. Da martedì 6 a giovedì 8 luglio Goletta Verde sarà in Abruzzo facendo rotta su Giulianova, Silvi e Ortona.La prima tappa oggi a Giulianova, quinta delle 25 tappe di […]

Continua il viaggio di Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente di informazione e sensibilizzazione sullo stato di salute del mare e delle coste della nostra Penisola. Da martedì 6 a giovedì 8 luglio Goletta Verde sarà in Abruzzo facendo rotta su Giulianova, Silvi e Ortona.La prima tappa oggi a Giulianova, quinta delle 25 tappe di Goletta Verde 2010, con l’inaugurazione del Centro di educazione ambientale. Mercoledì 7 luglio ore 10.30 prevista una Conferenza stampa sullo stato di salute del mare e delle coste dell’Abruzzo.

Da venticinque anni, Goletta Verde attua un monitoraggio scientifico che va a caccia dei punti critici, mettendo nel mirino le foci dei fiumi e i tratti di mare interessati da fenomeni di inquinamento, dalla mancata o scarsa depurazione agli scarichi illegali. Analisi sullo stato di salute del mare e delle coste, ma anche valorizzazione della biodiversità, consegna delle Cinque Vele ai comuni premiati dalla Guida Blu di Legambiente e Touring Club, promozione delle Aree Marine Protette, battaglie contro i casi di mala gestione e abusi edilizi sui litorali e Bandiere Nere ai pirati del mare: queste le principali attività di Goletta Verde, che come ogni anno sarà anche promotrice di un turismo sostenibile, per incentivare uno sviluppo che valorizzi l’immensa risorsa di cui gode il nostro Paese grazie alle sue coste.
Sotto i riflettori anche la pesca di frodo, gli abusi edilizi vista mare – che rischiano di lievitare con i recenti e ripetuti annunci di condono – e gli accessi negati alla spiaggia. Il tour 2010 di Goletta Verde, inoltre, affronterà regione per regione tutti i rischi delle estrazioni petrolifere off-shore, facendo uno screening delle piattaforme esistenti ma anche di quelle future. Ribadirà anche il “No” di Legambiente al nucleare e al carbone, a favore dell’efficienza e delle fonti pulite.
Oltre a mettere a fuoco le numerose e annose criticità del mare, il viaggio di Goletta è dedicato alla promozione della sostenibilità, in ogni sua forma, dalle fonti energetiche rinnovabili al turismo ecocompatibile, passando per le aree marine protette, il trattamento delle acque reflue, l’innovazione tecnologica, la chimica verde e più in generale, uno sviluppo sostenibile, capace di valorizzare una delle risorse naturali più preziose del Paese: i nostri 8.000 chilometri di coste.