Bce e Ue a lavoro per “piano d’emergenza”, ipotesi Grecia fuori dall’euro

L’Europa, Unione europea e Banca centrale, lavorano a un piano d’emergenza “nell’ipotesi che la Grecia fallisca”. L’ammissione viene in un’intervista del Commissario al Commercio, il belga De Gucht, secondo il quale “la fine della partita in Grecia è cominciato”. Secondo quanto detto da De Guht, in un’intervista a un quotidiano, “l’uscita delle Grecia dalla valuta unica […]

L’Europa, Unione europea e Banca centrale, lavorano a un piano d’emergenza “nell’ipotesi che la Grecia fallisca”. L’ammissione viene in un’intervista del Commissario al Commercio, il belga De Gucht, secondo il quale “la fine della partita in Grecia è cominciato”. Secondo quanto detto da De Guht, in un’intervista a un quotidiano, “l’uscita delle Grecia dalla valuta unica non decreterebbe la fine dell’euro”, avrebbe affermato.

Intanto, la cancelliera Angela Merkel ha chiamato il presidente greco Karolos Papoulias per chiarire che l’Europa si aspetta, dopo il voto del 17 giugno, un governo in grado di agire. Per il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, è finito il tempo delle false promesse davanti a un popolo disorientato: La Grecia deve restare nell’euro, ma deve anche fare la sua parte per risanare l’economia.