Moody’s declassa l’Italia: l’ira di Monti, ‘invece di premiarci ci puniscono’

Ira di Monti dopo che Moody’s ha declassato i titoli di Stato italiani da A3 a Baa2. I mercati hanno ignorato il giudizio dell’Agenzia, ha evidenziato Monti che ha definito ‘una disgrazia’ il declassamento che non tiene conto di come l’Italia sia divenuto un Paese ‘virtuoso’ e ‘invece di premiarci ci puniscono’. A far quadrato […]

Ira di Monti dopo che Moody’s ha declassato i titoli di Stato italiani da A3 a Baa2. I mercati hanno ignorato il giudizio dell’Agenzia, ha evidenziato Monti che ha definito ‘una disgrazia’ il declassamento che non tiene conto di come l’Italia sia divenuto un Paese ‘virtuoso’ e ‘invece di premiarci ci puniscono’.
A far quadrato attorno all’Italia sono scesi in campo la Commissione Europea, il governo tedesco e quello giapponese. Indignazione dei partiti che sostengono il Governo (Pdl, Pd, Udc, Fli), mentre l’opposizione attacca. Gli imprenditori hanno sottolineato la solidita’ e la vitalita’ dell’economia reale italiana.

“Non abbiamo considerazioni da fare sul contenuto, ma possiamo legittimamente e seriamente interrogarci se il timing sia stato appropriato o meno”, ha detto Simon O’Connor, portavoce del commissario Ue agli affari economici Olli Rehn durante il punto stampa dell’esecutivo Ue a Bruxelles. “Non sarebbe un’esagerazione dire che le misure adottate [dall’Italia] sono senza precedenti,” ha detto O’Connor. Il portavoce ha aggiunto che “è necessario adesso applicare le misure adottate”