Ruby, Berlusconi assolto in Cassazione

La sesta sezione penale della Corte di Cassazione ha confermato l’assoluzione, che diventa definitiva, del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi nel processo Ruby, rigettato di fatto il ricorso della Procura della Repubblica di Milano. L’ex premier era imputato di concussione per induzione e prostituzione minorile. Condannato in primo grado a 7 anni, era stato […]

ESCORT: BERLUSCONI, HO SEMPRE AIUTATO CHI AVESSE BISOGNOLa sesta sezione penale della Corte di Cassazione ha confermato l’assoluzione, che diventa definitiva, del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi nel processo Ruby, rigettato di fatto il ricorso della Procura della Repubblica di Milano. L’ex premier era imputato di concussione per induzione e prostituzione minorile. Condannato in primo grado a 7 anni, era stato assolto in appello.

“La signora Boccassini e la procura di Milano chiedano scusa al Paese per il tentativo, davvero subdolo, di aver dato vita a un processo basato sul nulla, se non sul loro fanatismo”. È quanto dichiara in una nota Daniela Santanchè, parlamentare di Forza Italia. “La Cassazione assolve Berlusconi dal caso Ruby: è una verità incontrovertibile che mette fine a ricostruzioni fantasiose e accuse strumentali. Il presidente di Forza Italia è stato più forte di quella magistratura di sinistra che si era illusa di poterlo eliminare attraverso la via giudiziaria. Adesso – conclude la Santanchè – mi auguro che tutti prendano atto del fatto che Ruby ter è automaticamente finito perché non ci può essere corruzione in atti giudiziari quando non c’è il reato”.

“E’ un’ottima notizia che risarcisce però solo in minima parte tutto quello che ha subito Berlusconi”, è il commento di Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia che a questo punto auspica che possa esserci “una riforma della giustizia che metta al sicuro l’equilibrio della democrazia nel nostro paese.

Via twitter Maurizio Gasparri parla di “fine di una persecuzione”.

Debora Bergamini scrive: “che grande gioia dopo tante amarezze e tante montature”.

Anna Maria Bernini, vice presidente dei senatori FI  affida ad un tweet il suo pensiero: “assolto, ma chi risarcisce Berlusconi della sofferenza e dei danni politici di questi anni?”.